aggiornato il 10/12/2011 alle 9:01 da

L’Itis verso la fusione con il liceo di Noci

GIOIA – itis_galileiIl piano di ridimensionamento della rete scolastica prevedrebbe l’accorpamento dell’Itis di Gioia con il Liceo di Noci. La preoccupazione de “La Puglia prima di tutto” che a chiede al presidente della provincia di Bari Francesco Schittulli e a tutta la Giunta di rivedere questa decisione. “Un accorpamento con un altro istituto sito in un comune limitrofo – scrive – comporterebbe una scarsa efficienza del servizio scolastico con ricadute negative sulla struttura organizzativa dell’istituto in oggetto, anche perché la scelta dell’accorpamento violerebbe palesemente le indicazioni programmatiche indicate dalle linee guida del dimensionamento che suggeriscono di garantire alle comunità locali una pluralità di scelte articolate sul territorio soprattutto in un momento di crisi economica in cui si punta alla rivalutazione delle piccole e medie imprese e conseguentemente degli istituti tecnici, così come avvallato dai dati della stessa Confindustria. Altresì, risulterebbe incomprensibile alla comunità scolastica la scelta di accorpare l’ITIS di Gioia del Colle al liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Noci, che seppure localizzato in un Comune limitrofo, appartiene ad un distretto scolastico differente, il cui accorpamento non produrrebbe vantaggi né in termini di continuità, né di ricaduta didattica e formativa sulle popolazioni scolastiche di entrambi i distretti, così profondamente diversi fra loro”. La missiva si conclude con la richiesta di sottoporre la scelta dell’accorpamento anche alla commissione  consiliare che si occupa di pubblica istruzione ed edilizia scolastica e a quella in materia di cultura così da provare a studiare una soluzione alternativa.

© Riproduzione riservata 10 Dicembre 2011