aggiornato il 11/06/2010 alle 7:06 da

Pascolano vicino ad un fiume di liquami, 10 ettari di terre sotto sequestro

gioia-crGIOIA – Cavalli ed asini al pascolo su un area su cui si versavano acque reflue provenienti dal depuratore cittadino. E’ questo quanto hanno rinvenuto lunedì mattina gli uomini del Corpo Forestale dello Stato della sezione di Gioia al termine di un’indagine condotta con l’ausilio del Comando provinciale. In località Lama delle Vigne – Cavallerizza sono stati sequestrati circa 11 ettari di terreno di proprietà comunale ma gestiti dall’Acquedotto Pugliese. Si tratta di un sito adibito allo spandimento dei reflui da depurazione dell’abitato di Gioia del Colle, all’interno dello stesso però è stato rinvenuto un collettamento, tramite paratie, di acque di depurazione scaricate direttamente nel sottosuolo. Da qui la prima denuncia penale per reato ambientale. Tale operazione, infatti, genererebbe inquinamento della falda. Al momento gli inquirenti stanno tentando di comprendere se AQP fosse a conoscenza di questo sversamento nel sottosuolo delle acque reflue o se la responsabilità sia in campo ad una ditta che avrebbe in subappalto l’area. Altra denuncia, sempre nel corso della stessa operazione, è scattata per pascolo abusivo essendo appunto stati rinvenuti animali sull’area sottoposta a sequestro e dunque in luoghi totalmente insalubri.

© Riproduzione riservata 11 Giugno 2010