aggiornato il 21/10/2011 alle 18:15 da

Fermato alla guida del tir taroccato

GIOIA – tir_taroccatoInseguito e fermato dalla Polstrada della Sezione di Gioia del Colle risulta avere il cronotachigrafo contraffatto. La settimana scorsa la pattuglia della Sezione Polizia Stradale di Gioia del Colle ha bloccato un autoarticolato di nazionalità italiana intento a transitare sulla Statale 100. Ad attirare l’attenzione degli operatori era stata la velocità sostenuta a cui viaggiava l’automobilista. Da qui la decisione di seguirlo: la pattuglia dopo aver effettuato una constatazione tecnica, aveva accertato che il mezzo correva all’incirca a 110 Km orari, bel oltre il limite consentito dal codice della strada e fissato a 70 Km orari. Il controllo documentale permetteva, inoltre, di accertare come l’autista avesse messo in atto anche l’alterazione della registrazione dei dati di guida mediante la contraffazione dell’apparecchio cronotachigrafo di bordo, mediante l’inserimento di un congegno elettronico legato ad un telecomando a tastiera. Tale espediente, se non accertato nell’immediatezza, gli avrebbe consentito di raddoppiare i tempi di guida giornalieri ed eludere futuri controlli. Questo apparecchio consente di alterare i dati registrati dall’apparecchio cronotachigrafo, e addirittura permette all’autista più volte di omettere il rispetto dei tempi di guida o delle pause di riposo impostegli per legge. Le conseguenze derivanti da tali comportamenti, che risultano sicuramente pregiudizievoli della sicurezza stradale, si sono concretizzate in una denuncia a piede libero all’Autorità Giudiziaria per la guida in stato di ebbrezza con conseguente revoca della patente di guida nonché l’applicazione della sanzione amministrativa per quanto riguarda l’alterazione dello strumento cronotachigrafo e il non rispetto delle norme che regolano i periodi di guida per i conducenti di veicoli commerciali.

© Riproduzione riservata 21 Ottobre 2011