aggiornato il 16/06/2010 alle 10:15 da

Rievocato il culto di San Vito Martire

sanvitogioiaGIOIA DEL COLLE – Ieri pomeriggio, per le strade della città sono state rievocate le origini del culto di San Vito. Un corteo storico partito dal castello Svevo e che si è dislocato tra le vie Cavour, Corso Garibaldi, Via Gioberti, Piazza XX Settembre per arrivare poi al piazzale della chiesa di San Vito. Il corteo riprende i fatti del 14 settembre 1292, quando il nobile gioiese Reone Guarnita donò “due vigne e mezzo, delle quali una che è unita alla chiesa di San Vito”.  In corso Cavour, si sono aggregati Nicola de Tomaceri, arciprete  dei greci, con il suo Clero; presso la chiesa di San Francesco invece si sono uniti  fra Giacomo, guardiano dei frati minori di Ioa, fra Angelo e i popolani. Grande partecipazione anche da parte dei gioiesi, accorsi numerosi per le vie della città per assistere al corteo, al quale si sono unoti anche gli sbandieratori di Carovigno.

Sull’edizione cartacea del nostro settimanale in edicola sabato mattina, ci sarà una dettagliata  fotocronaca a colori dell’evento.

© Riproduzione riservata 16 Giugno 2010