aggiornato il 05/12/2012 alle 11:15 da

Arte e fede nelle opere di Fra’ Serafino

GIOIA – È stata inaugurata sabato 1° dicembre, in via Roma 29, la mostra “Spiritualità nell’arte di fra’ Serafino”. Un’esposizione di opere del pittore e scultore nato nel 1932 a Gioia. Fra’ Serafino Melchiorre è un frate carmelitano scalzo della basilica di Santa Teresa d’Avila di Roma, dove vive nel rispetto della regola, della povertà, dell’esaltazione della bellezza e della grandezza del Creatore, con il suo quotidiano lavoro di umile servitore, di pennello e scultore nelle mani di Dio. È autore di numerosi quadri di natura morta, di paesaggi (alcuni ricordano quelli locali) e di soggetti religiosi. “Porterò sempre nel cuore i ricordi di Gioia – ha affermato durate l’inaugurazione della mostra – per la nostra città, nel 1995 ha realizzato un bassorilievo in bronzo raffigurante San Filippo Neri, tutt’oggi collocato nel giardino di via Paolo VI”. “A nome dell’Amministrazione Comunale sono orgogliosa di dare il benvenuto a fra’ Serafino.  – ha commentato l’assessore alla cultura, Piera De Giorgi  – Nelle sue opere è possibile ammirare la quiete e la pace. In un periodo di tanta negatività è bello riprendersi un po’ di purezza attraverso l’arte”. Variegata è l’attività artistica del frate: nel corso della sua vita ha realizzato portali in bronzo, sculture in legno  e in ceramica, bassorilievi in marmo, quadri, affrescato cappelle e lavorato in oro e argento calici, ostensori, reliquari e ciondoli. Le opere saranno esposte fino al 30 dicembre. Il ricavano sarà devoluto per sostenere le spese di costruzione del santuario dedicato alla Madonna del Carmine in Romania.

arte_e_fede_2arte_e_fede_1arte_e_fede_3

© Riproduzione riservata 05 Dicembre 2012