aggiornato il 13/08/2011 alle 8:25 da

Povia motiva la decisione di voler lasciare la politica

GIOIA – povia_003Qualche giorno dopo l’annuncio di Sergio Povia di voler lasciare la politica, si è discusso della cosa con il diretto interessato. Con poche ma semplici e dirette parole l’ex sindaco gioiese e ora consigliere comunale del pd spiega il perché di tale decisione. Una scelta che sembra essere maturata nel tempo forse proprio nel frangente in cui qualcuno pensava che stesse serrando le fila per provare a ritornare alla guida della città.

Consigliere Povia, a sorpresa nel corso dell’intervento in consiglio comunale ha dichiarato che non sarà il prossimo candidato sindaco. Perchè ha scelto di lanciare la notizia in quel particolare momento?
“Perché sono stanco di una politica senza coraggio e senza obiettivi e in quell’occasione c’è stato il festival dei populisti senza progetto”.

Perchè questa scelta quando invece sembrava fosse pronto ad una nuova campagna elettorale?
“Questo lo dicevano gli altri”.
Questa decisione nulla ha a che vedere con la posizione del partito di voler andare con i piedi di piombo per le candidature,  ragionando su una serie di nomi tra cui anche pare ci possa essere quello di Enzo Lavarra?
“Se si vuole il rinnovamento sono in linea, ma mi ci vededete a fare le primarie con un giovane, magari donna, dopo che da anni predico la rottamazione dei funzionari?”.

Nella dichiarazione in aula ha anche aggiunto che la notizia avrebbe forse reso felice qualcuno della sua stessa coalizione. Chi in particolare?
“Nessuno in particolare. In genere tutti coloro che non hanno mai sopportato il mio carattere e comunque utilizzavano il peso elettorale che esprimevo”.

“Sto ultimando la mia esperienza politica a Gioia” le sue testuali parole. Per iniziarne una nuova altrove?

“Ho 57 anni e quattro legislature alle spalle … è tempo di passare la mano”.


 

 

© Riproduzione riservata 13 Agosto 2011