aggiornato il 14/10/2011 alle 18:56 da

Nuovi volti per la nuova giunta Longo

GIOIA – CONSIGLIO_COMUNALE_-_conferenza_stampa_maggioranza_2-Ancora qualche incertezza ma la maggior parte del lavoro sembra essere fatta. La nuova giunta Longo prende forma. Finalmente. Dopo diversi giorni di incontri il quadro sembra finalmente riuscire ad avere dei contorni chiari. Il nuovo assessore designato dallo stesso sindaco dovrebbe essere l’on. Pinuccio Gallo. Un nome fatto col cuore e con la mente subito dopo aver appreso della volontà di Isacco Isdraele di fare un passo indietro. A lui infatti lo stesso Longo aveva chiesto di ritornare in giunta continuando ad essere il suo vice. Ma come atto di responsabilità verso il resto del gruppo l’ex assessore ai lavori pubblici ha rifiutato. Scelta che secondo i ben informati ha fatto gioire qualche suo ex “collega” in giunta che non aveva preso bene la notizia di un suo possibile rientro. Ma questo appartiene già al passato. Il futuro potrebbe essere scritto attraverso il lavoro di Gallo assieme a quello dell’ing. Nino Romano, del dott. Franco Capurso, dell’avv. Natalia Farella e di Isa Donvito. Si lavora ancora in queste ore per la definizione degli accordi e soprattutto per l’assegnazione degli assessorati. Nel prossimo futuro inoltre pare che potrebbe anche essere nominato un sesto uomo a cui farebbe capo l’assessorato urbanistica. Figura che però si sta cercando di individuare fuori dalle mura gioiesi per evitare coinvolgimenti di vario tipo. “Se la politica ha fallito – ha dichiarato lo stesso sindaco Piero Longo – abbiamo pensato che sarebbe stato opportuno cercare tra la società civile quelle intelligenze che non potranno che arricchirci. Assieme ai partiti stiamo ora lavorando per dare vita ad un programma di fine mandato“. Lo stesso chiesto a gran voce dal capogruppo del “Pdl” Vito Falcone quale atto propedeutico alla formazione della giunta. Questo ulteriore passo è stato fatto ora si attenderanno gli sviluppi futuri. E non così lontani. Il prossimo giovedì il consiglio comunale rinviato dalla scorsa settimana già rappresenterà un buon banco di prova. Per tutti. Nessuno escluso. Nel frattempo però l’opposizione comunica di aver inviato una lettera al Prefetto per rappresentare la situazione politica di Gioia atteso che lo stesso possa anche decidere nel caso in cui questo stato di crisi permanga, di sciogliere d’ufficio il consiglio comunale.

© Riproduzione riservata 14 Ottobre 2011