aggiornato il 07/05/2012 alle 14:16 da

A Gioia si va al ballottaggio

elettorale

GIOIA –Aggiornamento ore 00.00 – Anche a Gioia andrà al ballottaggio. Il candidato Sergio Povia, in vantaggio sin dal primo pomeriggio, nn riesce a superare il 50 percento più uno delle preferenze. Per avere il nome del nuovo candidato sindaco bisognerà perciò attendere altre due settimane, quando i gioiesi torneranno alle urne per scegliere fra i due candidati che in questo primo turno hanno ottenuto il maggior numero di voti. A sfidare Sergio Povia ci sarà il candidato del centro destra Piero Longo.

 

Aggiornamento ore 21.04: Sono 9 al momento le sezioni scrutinate. I primi dati, ancora da confermare, vedono Sergio Povia in vantaggio rispetto agli altri candidati. Circa 47.7 la percentuale delle preferenze raccolte dall’ex sindaco. Segue Piero Longo con il 20.7 percento delle preferenze, Enzo Cuscito con il 12 percento delle preferenze, Claudio De Leonardis.


Aggiornamento ore 19.55: 
Potrebbe essere Sergio Povia il nuovo sindaco di Gioia. I primi dati provenienti dallo scrutinio  delle schede nelle 25 sezioni, vedrebbero infatti l’ex sindaco della nostra città in netto vantaggio rispetto agli altri quattro candidati. Al momento, oltre il 50 percento degli elettori avrebbe dato  la sua preferenza a Sergio Povia.

Una notizia che, se confermata, porterebbe all’elezione immediata del primo cittadino, escludendo quindi ogni possibilità di ballottaggio. A seguire Piero Longo, Enzo Cuscito, Donato Lucilla e Claudio De Leonardis.


Aggiornamento ore 18.25
: Spoglio delle schede terminato nella sezione 11. È terminato la spoglio delle schede nella sezione 11 di via Eva. Qui il candidato a ricevere il maggior numero di voti è stato Sergio Povia (339 preferenze), seguito da Piero Londo ( 135 preferenze), Enzo Cuscito (93 preferenze), Donato Lucilla (55 preferenze) e Claudio De Leonardis preferenze). Problemi nella sezione numero 4 dove un rappresentante di lista di centro destra ha contestato il metodo utilizzato dal presidente di seggio per lo scrutinio delle schede. Il presidente ha quindi dovuto sospendere le operazioni di spoglio, che sono riprese dopo qualche minuto.

Aggiornamento ore 17.00
: Affluenza in calo. Sono stati resi noti dalla prefettura i dati provvisori dell’affluenza alle urne di questa tornata elettorale. Alla chiusura dei seggio (ore 15 di oggi) solo il 73,69 percento dei cittadini aventi diritto al voto si è recata alle urne per esprimere la propria preferenza, contro l’82,10 percento registrato nel 2008.

Vediamo le percentuali nei dettagli:

DOMENICA, ore 12: 13,25 % (nel 2008 16,56 %)

DOMENICA, ore 19,00: 36,47 (nel 2008 47,78 %)

DOMENICA, ore 22,00 52,87 (nel 2008 62,25)

LUNEDì, ore 15: 73,69 (nel 2008 82,10)

 

Aggiornamento ore 15.15: Seggi chiusi anche a Gioia per l’elezione del sindaco e dei consiglieri comunali. Alle 15 in punto, come in altri 767 comuni italiani, i presidenti di seggio hanno chiuso le urne per iniziare lo spoglio delle schede.

Tra qualche ora dunque sapremo chi, fra i cinque candidati, sarà il nuovo sindaco di Gioia o, in alternativa, i nomi dei due aspiranti alla poltrona di Palazzo di città che si sfideranno al ballottaggio. Per essere eletti alla carica di sindaco è infatti necessario ottenere il 50 percento più uno dei consensi. In caso contrario si procederà risultato ad un secondo turno di votazione (domenica 20 e lunedì 21), in cui i cittadini saranno chiamati ad esprimere la loro preferenza fra i due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti al primo turno.

AFFLUENZA ALLE URNE – Al momento, stando ai dati forniti dalla prefettura, solo il 73,69 percento dei diritti al voto  si sarebbero recati alle urne per l’elezione del nuovo sindaco e del consiglio comunale. Nel 2008 invece si raggiunse l’82,10 percento.

© Riproduzione riservata 07 Maggio 2012