aggiornato il 16/02/2011 alle 15:50 da

Spinelli: “Tutto merito dei miei ragazzi”

GIOIA – 2010_12_05-team-volley-solleone---ortona-41Morale e consapevolezza dei propri mezzi. Questi gli ingredienti che hanno reso davvero speciale l’incontro di domenica scorsa contro la Galeno Chieti, in una domenica finalmente sorridente per il Solleone, che in un colpo solo ha battuto nettamente una diretta concorrente, abbandonato l’ultima piazza dopo un intero girone e ha agganciato Casoria, sconfitto al quinto set dal Club Italia. Insomma i frutti del lavoro si vedono e Gioia comincia a dire la sua in ottica salvezza. “Sapevamo che la gara con Chieti sarebbe stata una specie di spareggio, soprattutto dopo che Club Italia e Casoria si erano divise la posta in palio, e non abbiamo fallito. Credo che quella di domenica sia stata davvero la migliore prestazione stagionale, per concentrazione, impegno, approccio. Sin dall’inizio abbiamo fatto quello che ci eravamo prefissati, senza paure, abbiamo controllato sempre la partita e abbiamo imposto il nostro gioco. La Galeno è in difficoltà, è vero, ma in difesa e in ricezione abbiamo concesso poco o nulla e il resto è venuto da sé. Non posso che dirmi soddisfatto, i ragazzi si sono applicati alla perfezione e i meriti di questi tre punti sono tutti loro, che lottano e lavorano da mesi con professionalità e impegno encomiabili e finalmente possono cogliere i primi frutti. Abbiamo rotto l’incantesimo e dobbiamo continuare a migliorare ancora, perché la strada è sempre lunga, non dimentichiamolo”. Infine uno sguardo ai prossimi impegni biancorossi. “Ora ci attendono Molfetta, in una partita sulla carta proibitiva con la seconda in classifica, e poi Raggio Calabria in casa, una squadra che ha perso qualche punto di troppo ma è ostica e combattiva, basti pensare che ha stappato un punto anche ad Atripalda. Insomma non permettiamoci di dormire sugli allori, pensiamo a continuare a fare la nostra parte e potremo impensierire chiunque”.

© Riproduzione riservata 16 Febbraio 2011

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *
Nome
Email *
Sito web