aggiornato il 23/02/2011 alle 15:50 da

Spinelli: “Piedi per terra, con la Mymamy sarà difficile”

GIOIA – spinelli_della_solleoneIl campionato del Solleone Volley Gioia finalmente ho avuto la tanta attesa svolta e in meno di quaranta giorni la truppa biancorossa è riuscita a mettersi alle spalle il filotto di sconfitte e a uscire dalla zona rossa che vale la retrocessione. Non ci si deve stancare di ricordare i meriti dei ragazzi, la maggior parte dei quali giovani e inesperti, che non hanno mai abbassato la china neanche quando la critica su di loro era impietosa e in pochi continuavano a dar loro fiducia. Ora il vento è cambiato, Barbone e compagni hanno trovato autostima e sicurezza e anche gli infortuni che tanto hanno tartassato la rosa sembrano lasciati alle spalle. “Siamo in crescita – dichiara soddisfatto mister Spinelli – e anche contro una squadra di rilievo come Molfetta abbiamo avuto la capacità di non arrenderci dopo un primo set molto positivo per loro, ma, anzi, abbiamo per lunghi tratto tenuto saldamente le redini del gioco. E’ un segno di maturità di una squadra che sta trovando un equilibrio sempre meglio supportato dall’intesa in campo, oltre a una netta sicurezza nei propri mezzi. Ora arriva Reggio Calabria, vogliamo continuare a far bene, soprattutto perché giochiamo in casa e al PalaCapurso siamo in serie positiva (due successi pieni senza set al passivo nel 2011, ndr). Però è importante continuare a mantenere quel profilo basso che ci ha permesso di lavorare sempre bene anche nei momenti più bui. Non dobbiamo esaltarci, loro hanno una valida ricezione e un buon opposto e, in generale, un solido impianto di gioco, lo dimostrano il punto strappato ad Atripalda e il successo di Sorrento. Se ci sarà da lottare dovremo essere pronti, come contro Molfetta”.

© Riproduzione riservata 23 Febbraio 2011