aggiornato il 02/03/2011 alle 16:46 da

Spinelli: “Questo entusiasmo ci darà risultati”

GIOIA – spinelli_della_solleonePiù che soddisfatto per la netta vittoria ai danni della Mymamy Reggio Calabria, Beppe Spinelli può guardare sorridendo la classifica, che vede il Solleone quartultimo a +3 dalla zona retrocessione, e godersi la costante crescita dei suoi, che hanno conquistato undici punti nelle ultime sei uscite, uno in meno di Brolo e Molfetta, tanto per fare un esempio. “I numeri dell’ultima partita parlano chiaro,” ci dice il tecnico biancorosso scrutando i dati dell’incontro “siamo stati superiori in tutti i fondamentali, la ricezione si sta stabilizzando su livelli di rendimento sempre più elevati e anche l’attacco è stato più che positivo. Per la prima volta in una partita più lunga e aperta abbiamo avuto continuità nel mettere palla a terra, merito di un’intesa sempre più efficace, ma anche di un lavoro tattico che ci ha permesso di creare difficoltà nel loro cambio palla. Il gran lavoro a muro e in difesa ha fatto il resto. Insomma una gara molto bella da parte nostra e credo che i miei ragazzi meritino tutti gli applausi ricevuti dal pubblico gioiese”. Uno sguardo anche ai prossimi impegni, in cui la squadra del presidente Lippolis sarà impegnata in tre trasferte nelle prossime quattro giornate. “La classifica ci sorride, ma i risultati delle dirette avversarie non ci consentono troppa tranquillità. Club Italia ha colto un importante successo con Chieti, che se dovesse perdere anche a Casoria tra due settimane sarebbe davvero in pessime acque. Noi dobbiamo cercare di fare la differenza sin dalle prossime partite, per giungere con quanta più serenità alle ultime due di campionato (proprio contro azzurrini e partenopei, ndr), a cominciare dalla prossima a Sorrento. Se riusciremo ad avere l’intensità di gioco della gara con Molfetta, dove, senza troppa presunzione, abbiamo davvero rischiato di vincere, potremo giocare le nostre carte per proseguire sulla strada intrapresa anche lontano dal PalaCapurso”.

© Riproduzione riservata 02 Marzo 2011