aggiornato il 26/08/2015 alle 7:56 da

La UIL incontra a Mola gli operatori della scuola pugliese e il governatore Michele Emiliano

castello 1MOLA – Un confronto sulla Buona Scuola aperto a dirigenti scolastici, neo dirigenti scolastici dal prossimo settembre, docenti, aspiranti dirigenti scolastici, RSU per capire quale sarà il destino di tanti operatori della scuola – a partire dai così detti “deportati” – e quali saranno i compiti dei dirigenti scolastici con l’entrata in vigore della riforma voluta dal Governo Renzi.

Lo propone la UIL Scuola, venerdì 28 agosto, nel Castello Angioino di Mola di Bari (lungomare C. Colombo, 26), dalle ore 9. All’incontro parteciperà anche il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

“Sarà anche l’occasione – spiega Gianni Verga, Segretario generale regionale della UIL Scuola Puglia – per interfacciarsi con le istituzioni locali. In particolare il Presidente Emiliano si è dimostrato disponibile, nel recente passato, a fare da portavoce delle istanze del sindacato e ad agire da cassa da risonanza delle richieste del mondo della scuola, che da tempo chiede modifiche sostanziali a una riforma che sin dal primo momento abbiamo definito iniqua e ingiusta. La UIL Scuola è stata fra le prime a richiedere l’incontro che si terrà lo stesso 28 agosto, in Regione, sulla questione
deportati: è giusto che anche la ‘base’ della scuola partecipi attivamente ai momenti di confronto per portare in sede istituzionale proposte concrete”.

Al convegno della UIL parteciperanno anche il Segretario generale nazionale della UIL Scuola, Pino Turi, il sindaco di Mola, Giangrazio di Rutigliano, il Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, Anna Cammalleri, la Docente Ordinaria di Istituzioni di Diritto Pubblico Università degli Studi di Torino, Anna Maria Poggi.  
Modererà i lavori Enzo Fiorentino, Segretario Dipartimento Nazionale Dirigenza Scolastica UIL Scuola.

© Riproduzione riservata 26 Agosto 2015

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *
Nome
Email *
Sito web