aggiornato il 07/04/2012 alle 10:15 da

Una sottoscrizione a favore dell’operaio che ha dissotterrato i rifiuti

lestingiMOLA – Il circolo di Legambiente di Mola di Bari “I Capodieci, dalla campagna al mare” promuove una sottoscrizione a favore dell’operaio della Lombardi Ecologia chequalche giorno fa ha portato alla luce rifiuti smaltiti illegalmente in contrada SanVincenzo, a Mola, iniziando a svelare l’illecito smaltimento di rifiuti avviato a partiredagli anni 80 nelle campagne di Mola e Conversano.Legambiente negli ultimi anni ha più volte segnalato la presenza di fuoriuscite dibiogas da aree esterne alle discariche in contrada Martucci, indizio di interramento di rifiuti in aree non autorizzate.Purtroppo, le denunce di Legambiente alle autorità competenti, contenute anchenel libro patrocinato da Legambiente e WWF “L’ultimo chiuda la discarica” (Levanteeditori, Bari) di Pietro Santamaria, non hanno finora avuto esito.La raccolta di fondi a favore di Domenico Lestingi ha lo scopo di aiutarlo a sostenerele spese del procedimento legale in corso, con la speranza che si arrivi a fugare i dubbi sullo stato del nostro territorio, che da troppo tempo assillano la nostraassociazione e i cittadini tutti. I versamenti possono essere effettuati utilizzando il seguente codice IBAN: IT79 L0335901 6001 0000 0066 272, dedicato esclusivamente a questa causa, presso il Bancodi Napoli filiale di Mola: contributo di solidarietà a Domenico Lestingi per l’ambiente.

Mola di Bari, 6 aprile 2012

I Capodieci, dalla campagna al mare

Legambiente Mola di Bari

www.legambientemola.it

© Riproduzione riservata 07 Aprile 2012