aggiornato il 15/04/2014 alle 9:11 da

Si presenta al Sim e poi scappa

IMG-20140413-WA0007MOLA – Aggiornamento del 15/04: L’uomo, un 40enne di Rutigliano, che sabato pomeriggio, ubriaco alla guida della propria Fiat 500 ha seminato il panico in città è stato arrestato e condannato per direttissima con l’obbligo di sottoporsi a cure specifiche. Questa mattina, però, dopo essersi presentato al Sim per quanto gli veniva imposto, si è allontanato dal centro igiene mentale facendo perdere le proprie tracce. Le ricerche sono immediatamente partite, ma dopo qualche ora l’uomo si è ripresentato volontariamente al Sim.

14/04: E’ stato confermato l’arresto del 40enne di Rutigliano che, nel pomeriggio di sabato, ubriaco, aveva seminato il panico in città. L’uomo, in evidente stato di ubriachezza, era alla guida di una Fiat 500 e guidava in maniera spericolata per le vie del centro abitato. Dopo aver urtato violentemente una Opel in transito si é dato alla fuga a piedi, abbandonando l’auto su cui viaggiava per via dello scoppio di una ruota. Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Minicipale gli hanno dato la caccia e lo hanno rintracciato e preso dopo qualche ora. Il 40enne girovagava confuso dai fumi d’alcol. E’ stato portato presso la tenenza dei carabinieri di Mola e successivamente arrestato per lesioni a pubblico ufficiale (ha ferito un finanziere in un controllo precedente a Cozze), guida in stato di ebbrezza e provocato incidente stradale. Nella sua auto è stato trovato un coltello. Pare che l’uomo da giorni stesse arrecando disturbo in alcuni locali pubblici della zona e le forze dell’ordine fossero già sulle sue tracce.

© Riproduzione riservata 15 Aprile 2014