aggiornato il 29/06/2013 alle 11:00 da

Si perdono a Mola, extracomunitari soccorsi dai vigili

vigilessa e senegalasiMOLA – Una storia a lieto fine. Una mamma con un figlio da poco nato in difficoltà che rientrano presso il loro alloggio grazie al lavoro di due vigili urbani e due consiglieri comunali. E’ successo lunedì scorso, in seconda serata, quando due cittadini senegalesi, vagavano per Mola senza meta, e mostravano evidenti segnali di difficoltà, vuoi per la lingua, vuoi per la tensione che si era creata nella mamma al pensiero di dover passare la notte fuori da casa con un bambino molto piccolo. Non sappiamo come erano finiti a Mola, probabilmente per acquistare qualcosa o svolgere qualche commissione. Intorno alle 21,45, i due erano ancora per le vie della nostra città, e la loro presenza veniva segnalata alla polizia municipale.Gli agenti Anelli e Sardella, informati del fatto, discutevano con tono acceso vicino palazzo di città tanto da destare l’interesse  dei consiglieri Caprio e Calabrese, che si trovavano  in quel momento in municipio. I due consiglieri chiedevano spiegazioni e quindi venivano informati del fatto che la donna, di nazionalità senegalese, con il piccolo bambino al seguito, vagava per le vie della città. Aveva provato a chiedere asilo presso qualche struttura senza tuttavia ricevere risposta positiva da nessuno. D’altra parte, la diffidenza, al giorno d’oggi, è inculcata nella mentalità di molti cittadini. La donna, inoltre, non era capace di spiegare dove fosse diretta. Si giungeva così alla richiesta di informazioni telefoniche al dottor Verdoscia, mediatore culturale e si partiva alla ricerca dei due, che venivano intercettati dai consiglieri Caprio e Calabrese nei pressi della stazione. La giovane veniva fatta dialogare telefonicamente con il mediatore culturale che riferiva che la signora e il bambino erano due richiedenti asilo ospiti di un centro a Torre a Mare. A questo punto i consiglieri hanno chiamato i vigili, i quali, previa richiesta di autorizzazione al comandante Vito Tanzi ed una telefonata al Sindaco, hanno accompagnato i richiedenti asilo nel centro di Torre a Mare. “I due agenti – dichiara a Fax il consigliere Caprio – meritano un plauso per il gesto di solidarietà rivolto a tutela di stranieri in difficoltà, visto anche il fatto che per il loro intervento  non chiederanno il riconoscimento dello straordinario. Il fatto che un consigliere di destra come Calabrese si sia adoperato per aiutare degli stranieri può far pensare che le buone pratiche non sono di destra ne di sinistra”.

© Riproduzione riservata 29 Giugno 2013

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *
Nome
Email *
Sito web