aggiornato il 11/10/2013 alle 8:17 da

Tradito dalla passione per il ‘body building’

guardia-di-finanza-1MOLA – La polizia spagnola, in collaborazione con personale del servizio Interpol, su specifica segnalazione inoltrata dal G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Tributaria Guardia di Finanza di Bari, ha tratto in arresto il narcotrafficante VITTO Francesco – originario della Provincia di Bari.
Il soggetto, già sottoposto alla sorveglianza speciale di P.S., nonché all’obbligo di dimora nel Comune di Mola di Bari, faceva perdere le sue tracce nel novembre del 2009. Ciò, dopo essere stato colpito da mandato di arresto europeo emesso dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Bari a seguito di condanna definitiva ad anni 13 e mesi 8 di reclusione, nell’ambito dell’“Operazione Woodworm” che lo ha visto imputato, insieme ad altre 11 persone, per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti.
Gli elementi acquisiti, dalle Fiamme Gialle baresi, tuttavia, facevano ritenere plausibile l’ipotesi secondo cui il VITTO Francesco si fosse rifugiato in territorio spagnolo, attesi gli interessi economici e sentimentali che lo legavano a quella terra, trovando conferma allorché il latitante è stato individuato nella cittadina andalusa di Malaga (Spagna), ove lavorava, sotto false generalità, quale personal trainer in un centro fitness.

© Riproduzione riservata 11 Ottobre 2013