aggiornato il 05/09/2012 alle 9:51 da

Maietta e Carulli alla New Basket Mola

Maietta-CarulliComunicato stampa del 4.9.2012
MOLA – Roster New Basket Mola al completo e stagione ai nastri di partenza. Dallo scorso lunedì sole rinchiuso in soffitta e vacanze riposte nel cassetto: via ai test fisici e al susseguente lavoro sul parquet. Da lunedì 3 Settembre si fa sul serio agli ordini di coach Lotesoriere, fatica, schemi e sudore, con l’obiettivo di arrivare preparati all’appuntamento del 14 Ottobre, per il battesimo di fuoco col Monopoli.  Tanti volti nuovi, graditi ritorni (Ciocca) e vecchi gladiatori con i galloni da condottiere (Mazzotta), facce giovani con occhi brillanti e fame d’esperienza da accumulare in spalla. Sguardi svegli e aria sbarazzina, come quelle di Carulli e Maietta, Under rampanti direttamente dal capoluogo barese. Due giovani promesse con marchio di fabbrica il settore giovanile della Don Bosco Bari, e “corso” di perfezionamento tecnico tra Adria Bari e Corato. Antonio Carulli, classe 1993, ala piccola da 196 centimetri, stagione 2010-11 a Corato e la scorsa divisa tra la serie D con il Don Bosco e la DNA con il Cus Bari; Gianluca Maietta, annata 1992, pivot da 195 centimetri,  sempre Corato e Adria Bari per svezzarsi e C Regionale a Terlizzi fino a qualche mese fa. Due matricole terribili, due pepite che danno lustro al progetto New Basket Mola, che farà del serbatoio giovanile personale fiore all’occhiello degli anni a venire.  Identità di vedute e d’intenti alla base della collaborazione tra il basket molese e quello barese, ce lo conferma entusiasta Beppe Bernardi, autentico punto di riferimento del movimento cestistico nostrano e presidente del triangolo Adria-Don Bosco-Japigia, una sorta di agglomerato del basket dedito alla valorizzazione del settore giovanile. “La nostra è una dichiarazione di intenti che ormai coltiviamo da diversi anni – ricorda l’ex giocatore, nonché ex allenatore di Asthra Bari, Virtus Bari e Basket Corato -,  l’investimento incondizionato sui ragazzi, indiscutibile motore primo del basket che guarderemo sui parquet nel futuro.  Quando se ne presenta l’opportunità siamo lieti che i nostri piccoli cestisti possano godere di una vetrina importante, e in questa ottica propositiva siamo davvero soddisfatti della collaborazione con la pallacanestro molese, della quale condividiamo le scelte dirigenziali e conosciamo gli ottimi interpreti, coach Lotesoriere su tutti, tecnico giovane e perfetto propulsore per questa politica valorizza-giovani. Se Maietta e Carulli sono a Mola a giocarsi un campionato di C Nazionale Dilettanti merito è anche suo, costante nel corteggiarli tanto da spingerci a scegliere questa destinazione come la migliore per i due ragazzi. Che, ribadisco, non sono gli unici nostri “prodotti” ad affacciarsi a ribalte più impegnative, più affascinanti e di maggior visibilità. Abbiamo diverse promesse del nostro settore giovanile che militano o hanno militato anche in DNA, ciò a testimoniare la nostra massima apertura e assoluta propositività per il futuro dei ragazzi”.  Con l’arrivo delle due promesse baresi sul parquet del PalaPinto si perfeziona così un sodalizio, che potrebbe davvero fungere da terreno fertile per il movimento giovanile pugliese del futuro prossimo. Si spera luminosissimo.

© Riproduzione riservata 05 Settembre 2012

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento