aggiornato il 07/09/2012 alle 8:21 da

Atletico, Schirone va a Noicattaro tra la perplessità dei tifosi

Atletico_Mola-Ascoli_Satriano__Schirone_in_azioneMOLA – Era il capitano fino a ieri sera, e vestiva la maglia del Mola dal 2004/2005. Una maglia che per lui era come una seconda pelle. Ma arrivano per tutti i tempi degli addii, o, forse degli arrivederci. La Juventus non ha confermato Del Piero tra i mugugni dei tifosi e, seppur in misura ridotta questo è successo anche a Mola con l’addio di capitan Schirone. La concorrenza per un posto da titolare si è fatta più agguerrita, gli impegni di lavoro incombevano e, di comune accordo, si è deciso per il trasferimento di Schirone a Noicattaro, dove ritroverà mister Sergio Prigigallo, che lo ha già allenato a Mola. Alla base della scelta la maggior tranquillità che il giocatore potrà avere in un campionato come quello di Promozione e la scelta dello staff tecnico di puntare in primis su altra gente. “Spiace anche a me che si sia giunti a questa decisione ma è per il bene di tutti, società e Danilo. Il ragazzo ultimamente era un po’ in uno stato di tensione, forse per questioni  personali, forse per l’imminente esordio in un campionato come l’Eccellenza. Considerato il suo stato d’animo delle ultime settimane e l’imminente necessità di garantire una certa serenità all’intero gruppo, parlando anche con il giocatore stesso e con lo staff tecnico si è preferiti di comune accordo concedergli di giocare in un campionato meno stressante come quello di Promozione. Danilo andrà in prestito al Noicattaro per una stagione: li potrà rassenerarsi…e poi si vedrà. Non è un addio s’intende, Danilo resta un nostro calciatore e nessuno qui ha pensato di privarsene in modo definitivo, considerando il valore affettivo che questo ragazzo ha saputo creare tra i cuori di tutti noi in questi anni. Per ora però è meglio per tutti che sfrutti questa possibilità per rilanciarsi, per poi poterlo rivedere rigenerato ancora con noi“. Questo il commento a quanto accaduto del presidente Agostino Divella, che fa trasparire una certa tensione da parte di Schirone nel primo scorcio di campionato. La decisione ha destato mugugni tra una frangia di tifosi che ha “protestato” all’allenamento di ieri pomeriggio. Resta comunque grande fiducia in una squadra dai grandi obiettivi che domenica bagnerà il suo debutto ufficiale sul campo dell’ambizioso Terlizzi in un match tra due big del torneo. Calcio d’inizio alle 17.30 su richiesta della squadra di casa.

© Riproduzione riservata 07 Settembre 2012

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento