aggiornato il 30/05/2014 alle 12:27 da

Fine settimana di festa per i Santi Medici. Domani la storica processione

santi medici copiaMONOPOLI – La città si prepara a riabbracciare i Santi Medici Cosma e Damiano ed il vescovo Cataldo. L’appuntamento è per domani mattina, alle 10.30, quando è attesa la partenza della prima processione che, come da tradizione, accompagna la statua di San Cataldo in Largo Plebiscito ove avviene l’intronizzazione. Alle 11, invece, l’appuntamento atteso da oltre due anni dai fedeli: il corteo in onore dei Santi Medici con partenza dalla chiesa di San Domenico ed arrivo in Cattedrale ove i due simulacri sosteranno fino a domani.  Si attende la partecipazione di migliaia di fedeli considerato il grande seguito che i Santi Medici hanno in città. E’ la processione delle donne, spesso scalze e vestite di nero, che accompagnano i santi in processione con il cero la cui grandezza è spesso proporzionale alla grazia ricevuta. Una tradizione secolare a cui divieti e le ordinanze recenti, il più delle volte discutibili, hanno fatto perdere quel fascino originario ma che non hanno scalfito la fede e la devozione dei monopolitani. La festa dei Santi Medici, infatti, è una delle espressioni più autentiche della pietà popolare, una festa di popolo che merita di essere rispettata e salvaguardata, in primo luogo dalle istituzioni. Ma visto che i divieti ci sono, è il caso di rispettarli. Ai fedeli, infatti, si consiglia di evitare lo spargimento di cera sulla sede stradale onde incappare qualche sanzione. A tal proposito, la Confraternita di San Cataldo fa sapere di essersi dotata di candele salva-cera ma la preghiera ai fedeli che seguiranno la processione è comunque di tenere le candele in posizione orizzontale così da preservare la pubblica incolumità e il sereno svolgimento delle processioni. La festa come al solito si articolerà in appuntamenti religiosi e civili. Il programma prevede per domani alle 21, in una Piazza XX Settembre quasi interamente riaperta al pubblico, il concerto della Storica Orchestra “I Cimarosa”. Domenica, alle 11, in Cattedrale si terrà la solenne celebrazione cui seguirà, nel pomeriggio, la processione delle statue dei Santi Medici che faranno rientro a San Domenico dopo aver percorso le vie principali del centro storico e del quartiere murattiano. In serata continuerà la festa in Piazza XX Settembre  con il gran concerto musicale “Città di S. Giorgio Jonico”, M° Direttore e Concertatore Anna Ciaccia. Alle 23.30, invece, l’appuntamento è sulle banchine del porto per assistere allo spettacolo pirotecnico della Ditta Buscella Fireworks srl Modugno. Lunedì, invece, la festa si chiuderà con il rientro in chiesa della statua di San Cataldo e con lo spettacolo musicale “Grande Fisorchestra Italiana”. Nei tre giorni di festa si esibirà anche la Banda del Giubileo.

La città si prepara a riabbracciare i Santi Medici Cosma e Damiano ed il vescovo Cataldo. L’appuntamento è per domani mattina, alle 10.30, quando è attesa la partenza della prima processione che, come da tradizione, accompagna la statua di San Cataldo in Largo Plebiscito ove avviene l’intronizzazione. Alle 11, invece, l’appuntamento atteso da oltre due anni dai fedeli: il corteo in onore dei Santi Medici con partenza dalla chiesa di San Domenico ed arrivo in Cattedrale ove i due simulacri sosteranno fino a domani. Si attende la partecipazione di migliaia di fedeli considerato il grande seguito che i Santi Medici hanno in città. E’ la processione delle donne, spesso scalze e vestite di nero, che accompagnano i santi in processione con il cero la cui grandezza è spesso proporzionale alla grazia ricevuta. Una tradizione secolare a cui divieti e le ordinanze recenti, il più delle volte discutibili, hanno fatto perdere quel fascino originario ma che non hanno scalfito la fede e la devozione dei monopolitani. La festa dei  Santi Medici, infatti, è una delle espressioni più autentiche della pietà popolare, una festa di popolo che merita di essere rispettata e salvaguardata, in primo luogo dalle istituzioni. Ma visto che i divieti ci sono, è il caso di rispettarli.  
Ai fedeli, infatti, si consiglia di evitare lo spargimento di cera sulla sede stradale onde incappare qualche sanzione. A tal proposito, la Confraternita di San Cataldo fa sapere di essersi dotata di candele salva-cera ma la preghiera ai fedeli che seguiranno la processione è comunque di tenere le candele in posizione verticale così da preservare la pubblica incolumità e il sereno svolgimento delle processioni. La festa come al solito si articolerà in appuntamenti religiosi e civili. Il programma prevede per domani alle 21, in una Piazza XX Settembre quasi interamente riaperta al pubblico, il concerto della Storica Orchestra “I Cimarosa”. Domenica, alle 11, in Cattedrale si terrà la solenne celebrazione cui seguirà, nel pomeriggio, la processione delle statue dei Santi Medici che faranno rientro a San Domenico dopo aver percorso le vie principali del centro storico e del quartiere murattiano. In serata continuerà la festa in Piazza XX Settembre  con il gran concerto musicale “Città di S. Giorgio Jonico”, M° Direttore e Concertatore Anna Ciaccia. Alle 23.30, invece, l’appuntamento è sulle banchine del porto per assistere allo spettacolo pirotecnico della Ditta Buscella Fireworks srl Modugno.  
Lunedì, invece, la festa si chiuderà con il rientro in chiesa della statua di San Cataldo e con lo spettacolo musicale “Grande Fisorchestra Italiana”. Nei tre giorni di festa si esibirà anche la Banda del Giubileo.

© Riproduzione riservata 30 Maggio 2014

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento