aggiornato il 20/08/2014 alle 15:46 da

Grotta di Santa Lucia, domenica sera proiezione di un documentario in piazza Palmieri

P1060077MONOPOLI – Monopoli e la sua grotta. Un complesso carsico, quello ubicato in contrada Santa Lucia, tra i più importanti ed affascinanti del territorio italiano che nasconde, al suo interno, la caverna più grande del Meridione. Una grotta attualmente accessibile solo agli esperti ma che domenica sera, in Piazza Palmieri, potrà essere virtualmente esplorata grazie ad un documentario realizzato dagli speleologi del Gruppo Ricerche Carsiche di Putignano. Sarà l’occasione, la seconda dopo il convegno del marzo scorso, per presentare alla città l’inestimabile patrimonio che si cela nel sottosuolo di contrada Santa Lucia e parlare delle sue potenzialità turistiche. Una grotta che, oltre al cavernone profondo 180 metri, è composto da altri ambienti finemente concrezionati tra cui la “Sala degli Angeli” e la “Bocca del Drago”. E poi tra pozzi e meandri ci si calerà virtualmente nell’abisso, a 280 metri di profondità, alla ricerca dell’acqua di falda che gli speleologi di Putignano cercano dal lontano 1995. Sarà l’occasione per fare il punto sulle ricerche e sulle prospettive future di questo complesso carsico anche attraverso il contributo degli speleologi, monopolitani e non, che in passato hanno esplorato il sito, gettando le basi per le ricerche.  
Un’opportunità da non perdere per gli appassionati, cittadini e turisti che avranno l’opportunità di conoscere uno dei tanti tesori nascosti della nostra terra. La manifestazione, che avrà inizio alle ore 21, sarà presentata dal prof. Martino Cazzorla, giornalista e preside del Poli Liceale con un passato da speleologo.

© Riproduzione riservata 20 Agosto 2014