aggiornato il 04/11/2014 alle 15:24 da

Differenziata a picco, solo 9% in estate

cestinoMONOPOLI – Monopoli rifugge l’ecotassa e questo perché al 30 giugno 2014 è stato raggiunto l’incremento del 5% di raccolta differenziata. Il Servizio Ciclo Rifiuti e Bonifica della Regione Puglia ha comunicato con una nota pervenuta lunedì a Palazzo di Città, la lieta novella per il Comune di Monopoli che altrimenti, per ogni tonnellata di rifiuto indifferenziato conferito in discarica, avrebbe dovuto esborsare 25,82 euro rispetto ai 7,5 euro attuali. L’incremento del 5% di differenziata è da riferirsi alla percentuale ottenuta nel periodo di osservazione settembre 2012-agosto 2013 che in media ha fatto totalizzare il 14,303%. La Regione Puglia aveva assunto a riferimento il dato consolidato del 7,7 % e per questo ben si capisce come sia stato “semplice” centrare l’obiettivo del +5%. L’analisi dei dati percentuali della raccolta differenziata, non annovera certamente Monopoli fra i Comuni ricicloni. Ben a mente si tiene il settembre nero del 2012 (9,94%), il picco del conseguente ottobre (32,32%) e l’estate 2013 con le percentuali di giugno (8,01%), luglio (9,32%) ed agosto che, con il 7,13%, ha fatto raggiungere il minimo storico (allora attribuito alle inadempienze contrattuali dell’Aimeri Ambiente). A guardare con spirito critico, non più confortanti sono i dati che si ricavano dal portale ambientale della Regione Puglia relativi al 2014: marzo è stato il mese più differenziato (17, 85%) mentre luglio ed agosto si sono mantenuti rispettivamente sul 9,78% e 9,02 %, con una media riferita agli otto mesi del 12,791%. Troppo poco per un Comune che ambiva ad altri traguardi, riponendo grandi speranze sull’efficacia delle “isole ecologiche” e che il prossimo 15 novembre vedrà scadere la prima proroga dell’appalto alla Ecologica Pugliese per il servizio di nettezza urbana. Un contratto che, evidente, sarà nuovamente prorogato (perché la normativa non permette di bandire una nuova gara) in attesa del Servizio Integrato di Igiene Urbana dell’Aro Ba/8 diretto dal Commissario Campobasso. Passo successivo è l’ottenimento dello schema di capitolato contenente i principi ai quali dovranno rispondere le aziende che dovranno presentare domanda di partecipazione alla gara unica.

© Riproduzione riservata 04 Novembre 2014