aggiornato il 04/11/2014 alle 16:12 da

Conclusi i lavori al Canile Rifugio e Canile Sanitario

MONOPOLI – Si sono conclusi da qualche settimana i lavori di realizzazione del canile rifugio e canile sanitario nell’area di Torre d’Orta a Monopoli.
 
Il progetto è stato approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 205 del 12 ottobre 2010. A realizzare i lavori è stata l’impresa Giannelli Impianti di Gravina in Puglia (Ba), aggiudicataria della gara di appalto con un ribasso del 26,051% (per un importo netto di € 464.009,22 oltre a € 33.126,17 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso). In corso d’opera sono stati eseguiti ulteriori lavori per € 141.544,64.
 
IL PROGETTO – Si adatta ai moderni intendimenti di gestione dei canili, intesi come strutture complesse all’interno delle quali si attuano le politiche di controllo e riduzione del randagismo, di educazione della popolazione e di assistenza sanitaria pubblica ai possessori di cani domestici.
La grande aia centrale, insieme al giardino immediatamente retrostante, individua uno spazio di accoglienza e di mediazione per i visitatori e gli accompagnatori degli animali nella struttura e per le visite di adozione dei cani, ma anche come spazio di lavoro per lo scarico e il carico delle merci. L’intera area è piantumata con alberi a medio fusto aventi sia la funzione di attenuare l’impatto visivo dal mare del depuratore, sia di attenuazione degli effetti negativi dovuti agli agenti atmosferici, come il vento e l’eccessiva calura estiva.
 
CANILE SANITARIO – Sono stati realizzati 20 box singoli da 4 metri quadrati ciascuno che ospitano altrettanti cani per un massimo di 60 giorni. Quattro di essi sono riservati ai casi di isolamento.
Il nucleo è provvisto, tra gli altri, di infermeria attrezzata, otoscopio, lettore Microchip PetScan, tosatrice Oester, sala operatoria e degenza. Gli uffici amministrativi, la saletta ricevimento e i servizi igienici completano la pertinenza del canile sanitario.
 
CANILE RIFUGIO – Comprende 52 box collettivi (da 4 cani) e 12 singoli per un totale di 220 cani. I box sono disposti a schiera e si affacciano su di un piccolo giardino comune ad uso di sgambatoio, con accesso a rotazione tramite un’apertura a gattaiola. Le schiere dei box sono affiancate dai percorsi di servizio coperti e semicoperti, pedonali e carrabili
Il nucleo si compone di un locale cucina per il personale, il deposito per i disinfettanti e i medicinali con un frigorifero, un ambiente deposito per i mangimi, un ufficio, un locale per la manutenzione, un locale per lo stoccaggio dei cani morti completo di congelatore in attesa dello smaltimento (la cui struttura idonea più vicina si trova a Foggia), gli spogliatoi degli addetti con armadietti e i locali tecnici. Completano la struttura la guardiania  con i servizi igienici per il guardiano e per il pubblico e una sala didattica o plurifunzionale, il tutto rigorosamente senza barriere architettoniche.

canile3canile2canile

© Riproduzione riservata 04 Novembre 2014