aggiornato il 02/01/2015 alle 15:39 da

La neve blocca le contrade, strade ghiacciate, quaranta ore senza luce [FOTOGALLERY]

DSC 0001MONOPOLI – Un paese fermo. Così è apparsa Monopoli all’indomani della nevicata eccezionale che ha interessato la città nel giorno di San Silvestro e che ha lasciato “in bianco” centro abitato e contrade sino a Capodanno. Disagi maggiori sono stati registrati, come ipotizzabile, alla viabilità. Se nella mattinata di mercoledì, le strade cittadine coperte dalla fitta coltre bianca accumulatasi durante tutta la notte, sono state attraversate da mezzi spargineve e spargisale che hanno consentito una più libera circolazione, le contrade invece si sono ritrovate isolate. Impossibile l’utilizzo delle vetture, anche se munite di catene o pneumatici da neve a causa dell’impraticabilità delle strade comunali e provinciali. Su disposizione della Prefettura, l’unità di Protezione Civile attivata dal comando di Polizia Locale e che ha previsto il raddoppio dei mezzi a disposizione, ha dato massima priorità allo sgombero dalla neve e dal ghiaccio dell’area dell’Ospedale San Giacomo di Monopoli. Il sindaco di Monopoli Emilio Romani ha emanato un comunicato nel quale invitava la cittadinanza “a non uscire di casa se non per motivi di reale necessità e ad evitare di spostarsi in automobile”. Un intervento approssimativo, secondo numerosi cittadini che tramite i social network hanno sfogato la propria rabbia per l’inadeguatezza degli interventi: “Sentirsi dire «Restate a Casa e non uscite» da parte di chi deve tutelare la nostra incolumità, mi sembra inopportuno ma soprattutto ridicolo… Io personalmente sono rinchiuso qui in c.da Petrarolo da 4 giorni e fortunatamente ho tutto l’indispensabile con me. Perché avendo due bambini di cui uno di 10 mesi, se non avessi avuto provviste a sufficienza chissà come sarei stato arrabbiato ora”. I mezzi spargisale sono entrati in azione nelle strade comunali dell’agro tra giovedì ed oggi  e in diversi casi, è stato l’intervento volontario di alcuni agricoltori muniti di trattori a permettere di liberare le strade ancora innevate. I circa 40 centrimetri di neve caduti nelle campagne hanno causato anche black-out elettrici, lasciando al buio, senza acqua e riscaldamento diverse zone. I tecnici Enel hanno avuto non poche difficoltà a ripristinare i guasti proprio per l’impossibilità a raggiungere coi propri mezzi le cabine elettriche saltate. Passarello, Padre Sergio, Tavarello, Sicarico, Turchiano, Macchia di Monte, Gorgofreddo, Impalata le più colpite. Il pericolo odierno continua ad essere la strada ghiacciata anche a causa delle condizioni meteo che, sebbene in miglioramento, fanno registrare soprattutto nella notte, temperature di poco al di sopra dello zero.

© Riproduzione riservata 02 Gennaio 2015

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento