aggiornato il 02/01/2015 alle 16:21 da

La grande nevicata di San Silvestro [Foto e Video]

DSC 5776MONOPOLI – San Silvestro col botto, anzi con la neve. Monopoli ha festeggiato l’addio al vecchio anno e il benvenuto al 2015 con una nevicata straordinaria che ha interessato il centro cittadino e l’agro. Come ampiamente previsto dai meteorologi, la neve è arrivata puntuale sulla Puglia nella serata di martedì 30 dicembre quando, a causa di una corrente di aria siberiana le temperature sono scese al di sotto dello zero termico. I primi fiocchi si sono visti su Monopoli attorno alle 19 di martedì ma la nevicata vera e propria si è verificata a partire dalle ore 22. Tutto il territorio, in poco meno di un’ora, è stato ricoperto da una soffice coltre bianca, regalando ai cittadini uno spettacolo mozzafiato che non si ripeteva da almeno un ventennio. Per l’intera nottata ha continuato a nevicare senza sosta e, nel giorno di San Silvestro, la Monopoli del mare si è risvegliata completamente imbiancata con la neve che ha raggiunto fino a trenta centimetri di spessore nel centro abitato e oltre i quaranta centimetri nelle contrade. Piazza Vittorio Emanuele II è stata presa d’assalto da famiglie, bambini e ragazzi che non hanno perso l’occasione per allestire pupazzi, lanciarsi pallonate, tuffarsi nella neve e fare le doverose foto e selfie. Alle gioie della neve sul mare, con un paesaggio da cartolina, sono susseguiti i disagi registratisi soprattutto alla circolazione. Le strade sono state transitabili per lunghe ore soltanto con mezzi muniti di catene o pneumatici termici.  
La Statale 16 è stata liberata dall’Anas nel pomeriggio di mercoledì.  
Alcuni cittadini hanno provveduto da soli a spalare la neve dall’ingresso di abitazioni ed attività commerciali. Il Primo Cittadino di Monopoli ha emanato un comunicato stampa invitando i cittadini a rimanere a casa o uscire solo se attrezzati o per emergenze mentre un’unità di Protezione Civile è stata attivata dal comando di Polizia Locale con mezzi spalaneve e spargisale che hanno liberato le strade cittadine per consentire una più sicura viabilità.  
Nell’agro, invece, è andata peggio. A Capodanno le contrade erano ancora completamente imbiancate. Fino a venerdì mattina, diverse famiglie erano costrette in casa. Nonostante il miglioramento nelle condizioni meteo, il pericolo più grande è diventato il ghiaccio.

 

 

© Riproduzione riservata 02 Gennaio 2015