aggiornato il 27/01/2015 alle 16:22 da

Tensostruttura, dalla giunta via libera al progetto

Tensostruttura-monopoliMONOPOLI – Nella seduta dello scorso 21 gennaio la Giunta Comunale ha approvato il progetto definitivo dei lavori di realizzazione di un campo polivalente al coperto (tensostruttura) nel compendio sportivo dello Stadio “Vito Simone Veneziani”. L’opera sarà realizzata dalla la Società Tennis Tecnica srl, ditta posta in graduatoria immediatamente di seguito all’aggiudicatario (Società Biffi S.p.A) che nel luglio 2013 aveva comunicato la rinuncia a realizzarla. Il progetto è stato redatto dalla società di ingegneria Archithesis Soc. Coop.
 
Con delibera n.48 del 29 aprile 2011 la Giunta Comunale di Monopoli aveva aderito all’iniziativa “IO Gioco LeGale” del Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza e si era assunto l’impegno alla manutenzione e alla gestione dell’impianto per almeno i 5 anni successivi alla conclusione del progetto. Nel 2012 il progetto era stato ammesso a finanziamento per un importo complessivo di € 509.000. Inizialmente previsto in via Procaccia, in seguito alla decisione di destinare l’area a parcheggi, il 17 luglio 2013 il Comune di Monopoli aveva richiesto l’autorizzazione allo spostamento, successivamente ottenuta dal Ministero dell’Interno.
 
L’intervento prevede la realizzazione di un campo sportivo polivalente coperto, di servizi di supporto per gli atleti, percorsi esterni e sistemazione delle aree a verde. È altresì prevista la realizzazione di un’area a parcheggio di 990 mq eventualmente utilizzabile anche come parcheggio riservato durante lo svolgimento di manifestazioni sportive tenute all’interno dello Stadio.
 
Si tratta di “impianto sportivo di esercizio”, progettato nel rispetto di quanto prescritto all’art.11 delle Norme CONI per l’impiantistica sportiva. Le attività previste all’interno dell’impianto sono la pallamano/calcio a 5, la pallavolo, la pallacanestro e il tennis. L’impianto risulterà autonomo rispetto al campo di calcio in quanto, oltre ad essere dotato di idonea recinzione di separazione, è anche prevista la realizzazione di servizi di supporto dedicati.

© Riproduzione riservata 27 Gennaio 2015

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento