aggiornato il 20/03/2015 alle 16:01 da

Notte dei fuochi, un successo la prima edizione [FOTOGALLERY]

notte dei fuochi 1MONOPOLI – L’entusiasmo e l’allegria dello stare insieme. Al calore del fuoco, ammaliati dallo scoppiettio della legna che arde, assaporando il gusto di un passato che non va mai perso ma, anzi, rivalutato. Perché le tradizioni identificano il territorio e la loro valorizzazione solletica il senso di cittadinanza e l’orgoglio per la propria terra.  
“La notte dei fuochi”, lo spettacolo dei falò che ha animato il Centro Storico nel giorno di San Giuseppe, è stata una festa di fratellanza e di condivisione che ha fatto arrivare nel borgo antico migliaia di persone. Come una grande famiglia riunita dinnanzi ad un braciere caldo, senza pretesa alcuna ma solo con l’intento a trascorrere un momento di gioia assieme, godendo dell’odore buono dell’alloro che brucia fra le cataste di legna, dei ceci arrostiti, di pane e pomodoro, delle zeppole fatte in casa. “E’ stata una serata positivissima” ha dichiarato all’indomani Ottaviano Capodiferro, presidente dell’associazione Operatori Centro Storico Monopoli, promotrice assieme alla Confcommercio, Ass. Portavecchia, Art Linos, MP solutions e tutto il Centro Storico dell’iniziativa. “Ci ha fatto tanto piacere l’interessamento dimostrato dalla gente, l’apprezzamento per le degustazioni ed il fatto di vedere che le persone si stavano davvero divertendo. La gente era entusiasta, addirittura ognuno si proponeva per fare qualcosa, per aiutare. Ho sentito il commento di un uomo che diceva che non mangiava i ceci da almeno 20 anni. Per la prima volta residenti, operatori e cittadini sono stati tutti d’accordo. A nessuno ha dato fastidio il fumo o che le strade fossero chiuse al traffico. I bambini dell’Unitalsi si sono divertiti. Questo era il nostro obiettivo. Creare una grande festa attorno alla tradizione dei falò. Credo che nel Centro Storico siano arrivate almeno 10 mila persone”. La soddisfazione per il debutto de “La notte dei fuochi”, all’indomani dell’evento, si mescola allo stimolo a fare meglio nel futuro: “Sicuramente riproporremo la giornata dei falò che rappresenta un trampolino di lancio per gli eventi futuri. Ringrazio gli organi di polizia che hanno reso possibile l’iniziativa, l’assessore Campanelli che ci ha creduto. Cercheremo di migliorare l’organizzazione, magari pubblicizzando l’evento prima e fuori da Monopoli”.

 

© Riproduzione riservata 20 Marzo 2015