aggiornato il 26/06/2015 alle 14:12 da

Petrolio, comitati divisi nella protesta

no petrolio 113MONOPOLI – Tutti uniti per dire no al petrolio. Così dovrebbe essere, ma nei fatti le cose vanno diversamente. La dimostrazione è che due comitati con lo stesso obiettivo hanno organizzato nello stesso giorno e praticamente alla stessa ora un’assemblea regionale. La prima è quella del Comitato No Petrolio Puglia, presieduto da Silvia Russo.
Appuntamento domenica alle 17.30 nella sala del Carmine. “Il nostro dice la Russo- è un incontro delle associazioni, dei comitati, delle categorie. Prendiamo le distanze dall’altra iniziativa. Fuori dalle polemiche- aggiunge- quella di Cippone però ci è parsa una fuga in avanti. Non ci piacciono i polveroni, ma i fatti. Per il resto non vogliamo commentare ulteriormente”. Il secondo appuntamento, organizzato dai Comitati No Petrolio e dal Comitato per la Tutela delle Coste, che hanno come portavoce Donato Cippone, si terrà sempre domenica alle 18 in piazza Palmieri. Cippone sull’argomento dà maggiori spiegazioni. “Senza voler persuadere nessuno, che facciamo?
Chiesa o Piazza? Con Democratici (PD) & Democristiani (UdC & C.) nel salone di una chiesa a pregare San Emiliano e gli altri parlamentari che hanno dato l’ok allo sblocca Italia e dunque al petrolio, oppure in Piazza Palmieri con i cittadini? Purtroppo – dice Cippone – si e’ creato un corto circuito con il solito comitato no petrolio “partitocraticizzato” che a Monopoli ha molta influenza e ha il seguito di diverse associazioni”. Cippone comunque le sue proposte le ha fatte e le idee le ha chiare sull’argomento. “I sindaci- dice- oltre a fare selfie e petizioni on line si impegnino a riunire i consigli comunali producendo deliberazioni, magari all’unanimità per offrire ai Magistrati della Giustizia Amministrativa le condizioni migliori per potersi pronunciare favorevolmente accogliendo i ricorsi vari. La stessa proposta l’ho scritta anche per il Sindaco metropolitano Antonio Decaro per convocare urgentemente il Consiglio “monotematico” che veda riuniti 41 comuni della ex provincia di Bari”.
Che fare dunque domenica? Dove andare? “Ho ricevuto diverse telefonate e alcune “pressioni” – conclude Cippone- in cui mi è stato detto che sarebbe il caso che si mettano da parte polemiche inutili che non giovano alla causa e di annullare l’Assemblea in Piazza. Ma noi ci saremo”.

© Riproduzione riservata 26 Giugno 2015