aggiornato il 15/10/2015 alle 8:40 da

Efficientamento stadio, si della giunta comunale

cca34d17b5186097267678a76444a0b0 XLMONOPOLI – L’efficientamento dello Stadio Comunale “Vito Simone Veneziani” al posto del completamento del Palazzetto di via Procaccia. La giunta comunale, nella seduta del 9 ottobre scorso, ha espresso indirizzo favorevole per la novazione oggettiva del contratto, stipulato con l’ATP 3TI Progetti Italia-Ing. Ignazio Sanseverino, di progettazione ed esecuzione dei lavori di completamento funzionale del Palazzetto di via Procaccia. Il rischio del mancato rispetto del Patto di Stabilità Interno legato all’intervento, ha predisposto l’amministrazione verso l’efficientamento dello Stadio comunale attraverso una procedura di partenariato pubblico-privato (concessione, finanza di progetto, ecc.).
Lo studio progettuale dovrà comprendere, tra le ipotesi di valorizzazione della struttura sportiva, sia la disponibilità dell’ente concedente ad offrire un contributo in conto capitale e uno in conto gestione, sia un contributo in conto gestione, e dovrà definire un adeguato numero di scenari progettuali, lo sfruttamento economico dell’opera, le opere da realizzare a livello di progettazione preliminare e la valorizzazione in termini di importo-lavori da porre a base di gara. Espresso, inoltre, l’indirizzo alla rinuncia da parte dell’ATP a un ulteriore compenso per le attività eventualmente svolte per il Palazzetto (nonché ad ogni ulteriore attività in affidamento), alla definizione della prestazione a farsi e del relativo importo nel limite massimo di quanto già contrattualizzato.
Tra gli interventi proposti dall’ATP figura la rivisitazione dei sistema dì accessi alla tribuna coperta; il rifacimento del campo principale in sintetico con risanamento e ricostruzione della pista di atletica; la riqualificazione dei servizi e spogliatoi; il risanamento delle tribune; la ricostruzione dei servizi igienici per il pubblico; la riqualificazione del muro di cinta; il recupero del piano terra dell’abitazione del custode (da destinare a spogliatoio delle squadre giovanili di calcio e all’infermeria) e del primo piano (da destinare ad uffici per le società sportive e a spazi comuni per sale riunioni); la realizzazione del parcheggio atleti e arbitri; il recupero dell’area antistante l’attuale tribuna scoperta (da destinare a parcheggio a raso utilizzabile solo nei giorni feriali); la realizzazione di un’adeguata volumetria sotto l’impronta della attuale tribuna scoperta (da destinare ad attività commerciale, con previsione di zona ristoro e negozi) e sotto l’impronta della curva (da destinare a zona fitness con sale attrezzi).

© Riproduzione riservata 15 Ottobre 2015