aggiornato il 11/11/2010 alle 15:07 da

Mercato, il trasloco slitta ancora

MONOPOLI – pino-albaneseL’istituzione del polo mercatale unico dovrà attendere ancora una settimana. E’ stato posticipato a martedì 23 novembre (rispetto alla data preannunciata del 16 novembre) il trasferimento definitivo sia del mercato settimanale, ad oggi ubicato in Viale delle Rimembranze, sia di quello alimentare stante attualmente in via Vittorio Veneto. L’annuncio ufficiale è giunto mercoledì dalla viva voce dell’assessore al Commercio Giuseppe Albanese che, in conferenza stampa, ha motivato l’ulteriore posticipo con il ritardo della comunicazione del parere positivo da parte dell’Asl, giunta solo questo martedì alle ore 13.00 tramite un fax: “Sapevamo che sulla sede c’era il parere sanitario favorevole ma mancava l’ufficialità. Abbiamo ritenuto di avvisare gli operatori per tempo, spostarli poi tutti contemporaneamente anche per un’opportunità di sicurezza”. Il polo mercatale istituendo, intanto, è stato orgogliosamente prospettato come quello “meglio organizzato” nella zona, con i suoi circa 1,5 km di superficie occupata in linea retta. Il mercato che conterà 317 stalli, ciascuno di 6 x 5.5 m rispetto ai 6 x 3 m precedenti così da offrire la possibilità di sistemare i mezzi degli operatori e non intasare il parcheggio, avrà inizio in via Togliatti (represse via Benedetto Croce e via 15 Marzo), procederà in via Pisonio e nel suo prolungamento, occuperà la strada di via Nievo per finire in via Cesare Beccaria. Le postazioni destinate al commercio non alimentare saranno tra loro frontali, mentre le bancarelle alimentari (29), posizionate in fila l’una accanto all’altra con le ultime tre destinate ai produttori, ospiteranno solo 24 dei 40 operatori prima stanti in via Veneto perché risultati privi di licenza. Si prospetta, inoltre, il muso duro contro gli evasori Tosap: sono in corso, infatti, ferrei controlli da parte dell’ufficio Commercio in sinergia con il corpo di P. M.

© Riproduzione riservata 11 Novembre 2010