aggiornato il 21/11/2010 alle 6:40 da

Ospedale, fino a sei mesi per un esame

vignetta-45-ospedaleMONOPOLI –   Ritorna l’inchiesta di Fax sulla sanità. Siamo andati, ancora una volta, a verificare i tempi delle liste di attesa per lo svolgimento di determinati esami o visite sia al San Giacomo, sia al San Camillo.

Tempi record per l’esecuzione di un ecocardiogramma. Per farlo ci vogliono sei mesi, precisamente prenotando adesso, l’esame verrà eseguito a maggio. Stessi tempi, maggio, per l’eco-doppler dei tronchi sovraortici e degli arti. Un Ecg, cioè un elettrocardiogramma, al San Giacomo viene effettuato anche in giornata, ma se si aggiunge la visita i tempi si allungano e si arriva ad aprile. Al San Camillo invece Ecg e visita sono bloccati fino a fine dicembre. Molte altre sono le liste bloccate sino all’inizio del nuovo anno, quando verranno riaperte le agende per le nuove prenotazioni. Questo discorso vale per le visite ginecologiche, per le ecografie nell’ambulatorio della dottoressa Vasti, per le Tac all’ospedale, per le visite di Otorino e per quelle neurologiche sia nel locale nosocomio, sia nella struttura del distretto e per ecografie mammarie al San Camillo. Decisamente meglio le visite chirurgiche che si riescono ad ottenere anche nell’arco di due o tre giorni. Bene anche l’esecuzione dell’esame dell’rx-torace al San Giacomo che, in situazione di urgenza, viene effettuato in giornata, altrimenti in un paio di settimane. Per il resto degli esami radiologi, l’attesa è di circa un mese; in tale Unità Operativa diretta dal dott. Di Giulio, per esami ecografici particolari come ago-biopsie tiroidee ecoguidate, elastosonografie ed esami contrastografici attualmente c’è una gestione interna dei calendari in attesa dell’apertura delle liste Cup per il nuovo anno.

Prenotare un’ecografia mammaria all’ospedale, a cura dei dottori Sorino e Antonacci, vuol dire farla da febbraio in poi. Restando nell’ambito della Radiologia, ma spostandoci al S. Camillo, per una indagine diagnostica in tal senso se ne parla a marzo. Avete problemi di vista? Per una visita oculistica al Day Hospital passeranno due mesi. E sempre a gennaio e sempre in questa sede, è l’appuntamento per visite allergologiche (inizio del mese), endocrinologiche (dall’11

gennaio) e angiologiche (dal 28 gennaio). Se i problemi sono essenzialmente ai capelli e al cuoio capelluto, la visita al Day Hospital con il dottor D’Ovidio sarà prenotata tra quattro mesi, mentre per altre questioni dermatologiche un appuntamento si riesce a fissare anche nell’arco di una settimana con altri specialisti.

Prenotazioni interne per esami urologici e per visite ematologiche al centro trasfusionale Tau. Poi per quanto riguarda la gestione delle visite ortopediche ormai da tempo non si possono più prenotare esami al Cup, tranne se si tratta di controlli successivi a fratture e ingessature.

© Riproduzione riservata 21 Novembre 2010

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento