aggiornato il 26/11/2010 alle 15:25 da

Polo musicale, via libera dalla giunta

MONOPOLI – 4-circolo-001Dal primo settembre 2011 gli istituti scolastici con una popolazione inferiore ai 300 alunni dovranno necessariamente essere accorpati e nei prossimi anni anche le scuole sottodimensionate (con meno di 500 studenti) perderanno la propria autonomia. Questo a causa del dimensionamento della rete scolastica predisposto dalla Regione, su cui entro il 20 dicembre la Giunta Regionale è chiamata a deliberare. Ai Comuni il compito di avanzare alle Province, entro il 20 novembre, delle proposte, tramite “un ampio, trasparente ed efficace sistema di concertazione con gli istituti scolastici e le organizzazioni sindacali”, secondo quanto previsto dalle Linee di Indirizzo della Regione Puglia. Questione che interessa direttamente le due scuole medie “Volta” e “Sofo”, aventi meno di 500 alunni, e la ex Scuola Media Annessa al Conservatorio, che dal primo settembre 2010 per legge ha cessato di esistere per essere associata alla “Volta” in seguito a disposizioni dell’Ufficio Scolastico Regionale. Al preside D’Elia, dunque, è affidata sino al 31 agosto 2011 la gestione amministrativo- contabile, mentre al direttore del Conservatorio Schiavo resta il coordinamento didattico-scientifico. Un’associazione provvisoria in vista dell’accorpamento definitivo che sarà deliberato dalla Regione tra un mese. Di cui però a Palazzo di Città non se n’è più parlato. O almeno non alla presenza dei dirigenti scolastici interessati, il cui parere invece è ritenuto, dalle Linee di Indirizzo della Regione, obbligatorio sebbene non vincolante (così come denunciato anche in un comunicato della Uil a firma di Giovanni Verga e Luigi Delfaro). E’ così che giovedì scorso, 18 novembre, la Giunta ho approvato una delibera con cui propone che la ex Scuola Media Annessa al Conservatorio venga accorpata al 4° circolo per istituire un Istituto Comprensivo denominato “Carolina Bregante”. Un polo musicale che ponga nell’istituto diretto da Ermelinda Fasano, le basi per un percorso che dalla scuola dell’infanzia conduca i ragazzi nello studio della musica al Conservatorio quale Università, passando per un eventuale Liceo Coreutico- Musicale che potrebbe sorgere presso il Liceo Artistico.

© Riproduzione riservata 26 Novembre 2010

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento