aggiornato il 24/03/2011 alle 11:17 da

I 105 anni di Nonna Giovanna

MONOPOLI – 105anniNon capita certo tutti i giorni di poter festeggiare un 105esimo compleanno. Un traguardo ambito quanto chimerico, quello raggiunto mercoledì dalla signora Giovanna Capobianco, attorno cui si è stretta in una gran festa l’intera Parrocchia di Sant’Antonio. Lei, che il 23 marzo del lontano 1906, nacque in via Sant’Angelo e lì fu battezzata, come dimostra il certificato di battesimo rintracciato da don Vito Castiglione Minischetti, quando ancora il Carmine e Sant’Antonio non erano parrocchia. Terza di undici figli (quattro sorelle e sette fratelli), ha dedicato tutta la sua vita alla famiglia, quella d’origine però. La signora Giovanna, infatti, non si è mai sposata né ha avuto figli. E questo, per molti, potrebbe esser il suo segreto di lunga vita, assieme ad una salda fede. 105 anni portati benissimo, se non fosse per qualche problema di vista ed udito, tanto che solo da una decina d’anni – dopo un intervento all’anca – vive con la sorella più piccola Ada, che di primavere alle spalle ne ha 85. E’ lei, l’unica sorella rimasta in vita, che si prende cura della signora Giovanna, che definisce energica ed orgogliosa. Una donna dal carattere forte, insomma, che conserva ancor oggi intatto tutto il suo carisma. Nessuna sedia a rotelle per il suo gran giorno. E se in casa si muove con il girello, in chiesa si fa accompagnare dai suoi nipoti. Con i capelli in ordine, avvolta in un cappotto blu dal collo di pelliccia ed un foulard azzurro, dopo il rosario attende composta l’arrivo del Vescovo che celebrerà per lei la messa, assieme a don Vito e don Roberto, e benedirà le due nuove campane della chiesa di Sant’Antonio. Una delle quali, intitolata alla Madonna delle Grazie, è proprio dono della bontà della signora Giovanna, che si emoziona quando, al termine della funzione, Mons. Domenico Padovano le consegna una targa con gli auguri suoi e dell’intera Parrocchia, ed il telegramma del Papa. Presente alla celebrazione anche il sindaco ing. Emilio Romani, che come tradizione ha omaggiato con il simbolico gozzo la ultracentenaria Giovanna Capobianco, la seconda più anziana in città dopo Anna Iaffaldano, che il 12 novembre prossimo compirà 106 anni. La festa è poi proseguita con amici e parenti nel salone parrocchiale, addobbato per l’occasione da 105 auguri di palloncini colorati.

© Riproduzione riservata 24 Marzo 2011

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento