aggiornato il 13/09/2011 alle 13:36 da

Inaugurata la nuova scuola dell’infanzia a l’Assunta

MONOPOLI – Nel segno della continuità amministrativa è stata inaugurata lunedì pomeriggio la scuola per l’infanzia di contrada L’Assunta. Con una piccola cerimonia e la benedizione di Mons. Vincenzo Muolo è stata riconsegnata alla comunità dopo alcuni lavori di manutenzione straordinaria e di adeguamento di messa a norma. L’intervento, del costo complessivo a ribasso di 140 mila euro, ha riguardato sia gli interni che gli esterni. Con gli auspici migliori, il taglio del nastro è stato effettuato proprio nella settimana di avvio del nuovo anno scolastico, alla presenza del sindaco Emilio Romani, gli assessori alla Pubblica Istruzione Rosanna Perricci e ai Lavori Pubblici Alberto Pasqualone ed il Dirigente Scolastico del II Circolo Didattico “Giovanni Modugno” prof. Paolo Centomani. Sia il sindaco che il Dirigente hanno invitato i residenti, presenti alla cerimonia, che hanno iscritto nel frattempo i propri figli altrove (anche in scuole di Fasano ndr), a ritornare nella contrada affinché l’intervento effettuato non risulti vano. La scuola per l’infanzia di contrada L’Assunta porta la firma dell’ex assessore ai Lavori Pubblici Peppino Lotesoriere, ricordato sia da Romani che dal suo successore Alberto Pasqualone. «Abbiamo completato tutto quello che il buon Lotesoriere aveva programmato» – ha dichiarato a Fax Pasqualone. Franco Leggiero, consigliere Pdl, ha aggiunto che, seppure i restauri furono programmati, «inspiegabilmente non sono più partiti ed il progetto giaceva nei cassetti. Il merito e il mio ringraziamento va all’ex assessore al Territorio Extraurbano, Mimmo Zaccaria, che, anche se oggi non si trova qui ad inaugurarla, si è interessato tanto». Da contrada L’Assunta, l’amministrazione comunale lancia il prossimo obiettivo. Completare la Orazio Comes di Contrada Antonelli e la scuola di Lamalunga. Per la Comes, Pasqualone si sente orgoglioso perché «questa amministrazione ha effettuato un intervento unico ed esaustivo per realizzare un polo scolastico di collina», a Lamalunga, stavolta, l’impegno è di Leggiero. «Ci tengo e ci lavorerò affinché questo progetto andrà avanti».

DSC_0800DSC_0834

© Riproduzione riservata 13 Settembre 2011