aggiornato il 28/06/2010 alle 16:46 da

A Sant’Antonio grande festa per nonna Angela

MONOPOLI – Un evento eccezionale, come solo 100 anni sanno essere, per una donna straordinaria, quanto Angela Amodio ha meritato d’essere. Cento primavere sono fiorite venerdì nella vita colorata di Lina -nomignolo col quale tutti l’hanno sempre appellata- che presso la Parrocchia di Sant’Antonio ha festeggiato lo strepitoso traguardo delle “cento primavere”. Forte, caparbia e tanto combattiva da fronteggiare quelle non poche difficoltà che le si sono presentate innanzi nella vita, Lina è stata sempre attorniata dall’immane affetto della famiglia che lei stessa ha tenuto cura di mantener solida e unita. Due sole figlie per quattro nipoti, è il microcosmo d’amore e d’affetto che oggi protegge Lina dall’inevitabile e cagionevole trascorrere degli anni, la quale, seppur dietro le membra esili e fragili indebolite nell’ultimo anno da qualche acciacco, conserva quella mai arrendevole testardaggine cementatasi quando, a soli 38 anni, la perdita per malattia del marito Mimino, l’ha destinata a crescere sola le due figlie di 5 e 10 anni. Giorno dopo giorno, con l’ago e il filo -Lina era una sarta da uomo- ha cucito metaforicamente una tela di coraggio, determinazione e volontà, in un vivere semplice e umile proiettato alla ricerca del bene altrui, complice -chissà- di questo secolo di vita che le calza a pennello indosso. Meravigliata, dunque, della folta presenza di amici e conoscenti radunatisi nel chiostro del Conservatorio dov’era stata preparata la festa di compleanno a seguito della messa officiata da don Vito Castiglione Minischetti -tra questi il Sindaco di Monopoli Emilio Romani che le ha consegnato una pergamena attestante l’augurio dell’intera città- Lina ha spento timidamente le candeline della torta, pronunciando più volte, a filo di voce e con le mani giunte portate alla bocca, un “grazie” che è poi il ringraziamento rivoltole da tutta la comunità per essere stata ieri un punto di riferimento, oggi una meravigliosa testimone di buona vita. Auguri!

© Riproduzione riservata 28 Giugno 2010