aggiornato il 27/04/2012 alle 10:32 da

Ospedale, i primari: fuori la talpa di Striscia

MONOPOLI – 15I primari in servizio presso l’ospedale San Giacomo in rivolta dopo il servizio giornalistico, avente come oggetto il via vai dalle sale operatorie, mandato in onda da Striscia la Notizia. In una nota inviata alla Asl circa un mese fa i medici (Vito Scavelli-Chirurgia, Pasquale Aquilino – Ostetricia e Ginecologia, Pietro Lenoci – Anestesia e Rianimazione, Egidio Dalena   – Otorinolaringoiatria, Antonio Limitone -Urologia, Angelo Renna – Ortopedia, Rinaldo Di Bello – Endoscopia digestiva) hanno  contestano il contenuto del servizio. “A nostro avviso – scrivono – il servizio trasmesso è un pessimo collage di foto e filmati, che hanno procurato un grave danno di immagine alla città di Monopoli, alla sua struttura ospedaliera ed alla professionalità dei medici e di tutto il personale”. I primari, pertanto, invitano la Asl ad aprire una inchiesta interna al fine di accertare la provenienza delle immagini trasmesse e ad adottare provvedimenti disciplinari severi nel caso in cui la divulgazione di tali immagini fosse stata fatta da dipendenti della Asl. Chiedono, inoltre, ai responsabili di Striscia la Notizia l’immediata rettifica delle affermazioni trasmesse ed ad intraprendere ogni azione tesa a difendere il nome del presidio ospedaliero San Giacomo di Monopoli. Alla nota dei medici, fa eco quella del direttore sanitario, Alessandro Sansonetti. “Nel giorno in cui sono state effettuate le riprese l’attività operatoria era sospesa in quanto il quartiere era oggetto di lavori di manutenzione straordinaria che giustificavano il via vai del personale tecnico scambiato per una folla di curiosi. Di qui il sospetto che gli inviati di Striscia siano stati usati da chi, allontanato da quegli ambienti per manifesta incapacità, abbia voluto giocare allo sfascio, tirando nel vortice del discredito anche i tanti, a partire dal sottoscritto, che operano quotidianamente per offrire una buona sanità”. Una storia destinata a non finire qui. A Striscia la Notizia la prossima mossa.

© Riproduzione riservata 27 Aprile 2012