aggiornato il 04/05/2012 alle 15:12 da

Spiagge: il Tar annulla le ordinanze di demolizione dei lidi

MONOPOLI – 20120501_123250La sezione III del Tar di Bari con presidente dott. Pietro Morea ha disposto l’annullamento delle ordinanze di demolizione e ripristino dello stato dei luoghi contro le quali avevano presentato ricorso dieci operatori balneari monopolitani, nei cui confronti erano state contestate le violazioni cui all’art. 6 del Regolamento Comunale (obbligo di rimozione e smontaggio delle strutture cosiddette “amovibili” entro 60 giorni a partire dalla chiusura della stagione balneare in corso ovvero entro il 31 dicembre, salva la possibilità di rimontaggio non prima del 1° marzo della nuova stagione). La sentenza, quasi riprendendo quanto sempre sostenuto dal consigliere comunale avv. Lacatena che aveva seguito da vicino la vicenda, prendendo in considerazione il Regolamento Comunale che prevede la chiusura delle attività balneari al 31 ottobre e la loro ripresa al1° marzo, nonché la Legge Regionale che dispone che le strutture precarie possono insistere sulle aree predette tutto l’anno e per la durata della concessione e, da ultimo, la sopravvenuta ordinanza balneare 2012  che conferma la durata della stagione balneare dal 1°gennaio al 31 ottobre, ha espresso l’infondatezza e l’inettitudine stessa dell’ordinanza di demolizione emessa dal dirigente comunale ing. D’Onghia, rimarcandone anche l’incongruità temporale giacché l’ordine di smantellamento delle strutture giungeva nel periodo in cui le stesse erano autorizzate a insistere sul territorio comunale. Il giudice amministrativo, entrando nel merito dei fatti, non soltanto ha dato ragione agli operatori ma ha condannato l’ente comunale al pagamento di tutte le spese legali.

© Riproduzione riservata 04 Maggio 2012