aggiornato il 18/05/2012 alle 10:16 da

Otorino, la buona sanità al San Giacomo

MONOPOLI – DalenaUn esempio di buona sanità. Al San Giacomo c’è il reparto di Otorino che funziona e funziona bene, con una speciale attenzione alla chirurgia, da quella pediatrica a quella oncologica.

Il reparto, che ha come primario facente funzione il dottor Egidio Dalena, conta su 14 posti letto, ma visto che è previsto lo spostamento in quelli che erano gli ambienti dell’Urologia, i posti per la degenza in questa fase dovrebbero ridursi. Questo tra l’altro sarebbe l’ennesimo spostamento, dal momento che il reparto da tempo non ha una sua collocazione specifica in virtù dei lavori che si stanno effettuando nel locale nosocomio.

Nonostante queste difficoltà oggettive, l’unità operativa complessa lavora su grandi numeri e assicura tempi di degenza brevi. Cinquecento sono circa gli interventi che mediamente si effettuano ogni anno nel reparto di Otorino, che vanta la professionalità in tutto di sei medici.

Al San Giacomo si effettuano interventi di chirurgia pediatrica che interessano adenoidi, tonsille e poi si pratica una chirurgia nasale prevalentemente di tipo endoscopico.

“In tal senso – dice Dalena – siamo all’avanguardia. Viene parecchia gente anche da fuori per operarsi qui perché si tratta di tecniche moderne, che sono meno invasive rispetto a quelle tradizionali, più agevoli per il paziente e che noi pratichiamo ormai da diverso tempo. Ci stiamo inoltre affacciando – continua il primario – all’esecuzione di interventi all’orecchio: i numeri però non sono ancora molto alti. Effettuiamo ad esempio timpanoplastiche, miringoplastiche”.

Novità anche sul versante della chirurgia oncologica: in ospedale già da qualche anno si effettuano laringectomie, interventi di asportazione di tumori della ghiandola parotide ed in genere viene eseguita tutta la chirurgia testa-collo.

© Riproduzione riservata 18 Maggio 2012