aggiornato il 21/01/2013 alle 12:12 da

Alla Cozzana il museo degli antichi mestieri

DSC_0811MONOPOLI – Da sei anni la comunità parrocchiale della Madonna del Rosario è impegnata a far rivivere, lungo il percorso dell’incantevole presepe vivente, gli antichi mestieri della nostra terra. Il fabbro, lo scalpellino, il cestaio, le massaie alle prese con la preparazione di ricotta, formaggi, focacce ed orecchiette, nonché contadini impegnati a produrre olio e vino secondo le tecniche tradizionali andate ormai in disuso. Mestieri ed abilità che rischiano di andare perduti per sempre, surclassati dalla nuova tecnologia e dai nuovi ritmi di vita.

Eppure ricchissimi di fascino e molto richiesti. Perché, dunque, riportarli in vita solo una volta l’anno durante la rappresentazione vivente della Natività e non creare piuttosto un’esposizione permanente? Nasce di qui l’idea di dar vita ad un “Museo di Antichi Mestieri”, nel quale metter in mostra tutto l’anno gli antichi attrezzi e saltuariamente organizzare laboratori in cui dar dimostrazione delle tecniche utilizzate. Il progetto, promosso dall’ANSPI in collaborazione con la Parrocchia della Madonna del Rosario guidata da don Pasquale Vasta, troverà locazione nell’ormai ex scuola della Madonna del Rosario, inutilizzata dall’inizio del nuovo anno scolastico. “L’idea è sviluppare ciò che da sei anni stiamo facendo con il presepe vivente – ha spiegato a Fax il presidente del Comitato Festa Madonna del Rosario, Onofrio Rotolo – ricreare e riprodurre antichi mestieri con un’esposizione statica di oggetti, ma anche creare eventi a tema e progetti con le scuole. Pensiamo a dei laboratori con i quali insegnare ad esempio a potare, realizzare muretti a secco, oltre che a fare il fabbro o lo scalpellino. Con l’aiuto di anziani ed esperti del settore vogliamo anche offrire un’opportunità di lavoro per giovani volenterosi di imparare mestieri antichi, che sono oggi molto richiesti, ma che pochi sanno ancora fare. Speriamo di poter avviare il progetto per l’estate, ma ci sono diverse questioni di cui tener conto”. Una di queste è la disponibilità dell’immobile, che il Comune dovrebbe consegnare a breve. “I locali dell’ex scuola della Madonna del Rosario saranno consegnati entro un paio di settimane – ha dichiarato il Presidente del Consiglio Angelo Annese – così si potrà procedere con l’allestimento del museo e si potranno costruire progetti d’intesa con le varie scuole primarie”.

© Riproduzione riservata 21 Gennaio 2013