aggiornato il 13/03/2013 alle 10:50 da

Una piazza dedicata ai ‘figli in cielo’

MONOPOLI – Una piazza dedicata ai figli in cielo. Un gesto di elevata moralità, di civiltà cristiana e di speranza per tutte quelle famiglie che hanno vissuto la dolorosa esperienza della perdita del figlio. Domenica mattina si è svolto il cerimoniale sul piazzale attiguo la chiesa Regina Pacis ove l’Associazione “Figli in cielo”, grazie alla disponibilità e collaborazione dell’Amministrazione comunale, della Parrocchia e la Casa di Riposo “Regina Pacis”, ha scoperto la targa che raffigura il proprio logo: un’Eucarestia dipinta con due tonalità di azzurro, una più chiara, l’altra più scura, che rappresentano il cielo e la terra. Nella metà superiore, più chiara, ci sono i Figli accolti nell’abbraccio divino mentre nella parte inferiore, più scura, la terra accoglie il Cielo. A ricordo di tutte quelle anime che oggi sono nella gloria celeste, della loro breve vita terrena, e per accompagnare i genitori attraverso la preghiera e la condivisione ad elaborare il lutto e aprire il cuore della vita eterna. «Credo che il dono di questa associazione – ha dichiarato il sindaco Romani, presente alla benedizione – sia proprio quello di elevare e cambiare la qualità della vita degli altri». Una iniziativa che ha origine circa quattro anni fa, dopo la scomparsa del piccolo Roberto Angelini, il 26 ottobre 2008. La mamma, Maria Amodio, vissuta l’esperienza luttuosa, iniziò il suo cammino di ricerca per dare senso all’evento anziché smarrire la fede. Oggi forse quel senso l’ha trovato e l’ha espresso, nell’emozione, con una semplice ma eloquente parola:  «grazie».

piazza_1piazza_2

© Riproduzione riservata 13 Marzo 2013