aggiornato il 10/05/2013 alle 14:01 da

Questa mattina il taglio del nastro dell’emeroteca

MONOPOLI – Questa mattina l’inaugurazione dell’Emeroteca e della Mediateca Comunale, a piano terra di Palazzo Rendella, adiacente alla Biblioteca dei Ragazzi. Un altro pezzo della città che torna ad essere fruibile in attesa di poter tornare a godere di una rinata biblioteca. Affidato ad una giovane studentessa monopolitana il taglio del nastro, assieme al sindaco Emilio Romani ed all’assessore alla Cultura Rosanna Perricci. “Oggi inauguriamo un luogo che non è solo di cultura – le parole della Perricci – ma di aggregazione sociale. Ho voluto che fosse uno studente a tagliare il nastro perché sarete voi – ha detto rivolgendosi alla platea di ragazzi presenti – a rendere vivo questo posto. Al termine del mio mandato sono contenta di inaugurare qualcosa che rimane. Ragazzi ve la consegno, fatene buon uso”. L’Emeroteca in piazza Garibaldi, il cui accesso in attesa della chiusura del cantiere della biblioteca al piano superiore è garantito dalla Biblioteca dei Ragazzi, è dotata al momento di 12 postazioni multimediali (che a breve diventeranno 20), due reti per la navigazione internet, abbonamenti a riviste e quotidiani. “Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato perché questo fosse possibile. Oggi abbiamo un immobile – ha dichiarato Romani – più adatto ad ospitare servizi importanti. La biblioteca credo sia il cuore pulsante della città. Qui i ragazzi potranno leggere, navigare su internet, guardare video. Mi auguro che maggiori luoghi di confronto possano aiutare tutti e che possano contenere occasioni di talenti, crescita e creatività, in cui i ragazzi possano investire su se stessi”. L’inaugurazione dell’Emeroteca è stata inoltre l’occasione per presentare il nuovo logo della Biblioteca Civica, che riprende il disegno delle tre arcate che poggiano sui libri, nonché per annunciare l’iniziativa “Un libro per ogni bambino nato” e l’apertura del portale web della biblioteca, grazie al quale sarà possibile disporre da casa il prestito di un libro in sole 24 ore. “Presto arriveremo a 20 postazioni internet – ha aggiunto il responsabile della Biblioteca Paolo Damore – intanto però è già possibile navigare liberamente anche in piazza Garibaldi grazie al wi-fi. La biblioteca da luogo di conservazione del libro si fa interprete dei bisogni educativi e sociali, un luogo aperto a tutti”.

inaug_2inaug_1

© Riproduzione riservata 10 Maggio 2013

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento