aggiornato il 03/07/2013 alle 10:36 da

Liceo artistico, no al trasloco. La protesta si sposta al comune

MONOPOLI – Contro lo smembramento dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Luigi Russo” e contro lo spreco di danaro pubblico. E’ continuata martedì presso Palazzo di Città, la protesta dei docenti e  studenti dell’IISS “Luigi Russo”, montata ormai più di una settimana fa, avverso l’accordo, firmato nella Conferenza dei Servizi del 18 giugno scorso, che prevede la cessione del primo piano del plesso di via Beccaria all’Istituto Tecnico Economico “V. S. Longo” ed il trasferimento di parte dei laboratori e delle aule del liceo artistico e musicale tra la sede dell’Ipsiam di via Procaccia e l’immobile di via San Domenico. La nuova geografia scolastica predisposta durante il tavolo interistituzionale per risolvere le problematiche connesse all’interdizione del plesso di Largo Porta Vecchia che ospitava la scuola elementare G. Modugno, non piace affatto alla comunità scolastica del Luigi Russo che teme un proprio sicuro depauperamento sia in termini didattici sia logistici. La temporaneità della soluzione -rimarcano- comporterebbe soltanto un dispendio dei 300 mila euro stanziati dalla Provincia per un trasloco che, nella migliore delle ipotesi, avrebbe la durata temporale di due anni al massimo e, in quanto tale, passibile di una denuncia dinnanzi alla Corte dei Conti. Le maestranze scolastiche, al grido di “Cosa siamo non lo sapete, da Pantano non ci sfratterete”, hanno chiesto che la vicenda non venga affrontata in maniera superficiale, ben consci del benestare dato dal dirigente ing. Buonsante durante la tavola rotonda pur sotto la promessa che il progetto esecutivo per la creazione delle 14 aule del Polivalente (finanziamento da 1 milione di euro circa) fosse dirottato verso l’ampliamento o dell’Ipsiam o dello stesso istituto di via Beccaria. Durante il sit-in presso il Municipio, i manifestanti hanno interloquito con l’assessore allo Sviluppo Economico e vicesindaco Giuseppe Campanelli che ha garantito al vicepreside prof. Donatello Grassi la programmazione a breve di un incontro con il Sindaco Romani e la riapertura di una ennesima Conferenza dei Servizi nel corso della quale valutare la proposta “più semplice ed economica” avanzata dall’IISS “Luigi Russo” di trasferire le nove classi della scuola media “G. Galilei” presso la sede dell’Ipsiam. “Anche noi…ci siamo!!!” è stato lo slogan dei protestanti presenti anche giovedì a Palazzo di Città per il primo consiglio comunale.

liceo traslocoliceo trasloco2

© Riproduzione riservata 03 Luglio 2013