aggiornato il 01/08/2013 alle 10:49 da

L’Itc in rivolta: ‘non ci spostiamo a San Domenico’

ItcMONOPOLI – Razionalizzazione dei plessi scolastici. La soluzione della conferenza dei servizi del 25 luglio scorso scontenta l’ITC “Vito Sante Longo”. Con un comunicato stampa, distribuito nel corso del consiglio comunale che si è svolto martedì sera, il collegio dei docenti, il consiglio d’istituto e le rappresentanze degli allievi e loro famiglie convocato nella mattinata di martedì, hanno informato le istituzioni comunali dell’entrata in stato di agitazione e mobilitazione dell’istituto diretto dal prof. Gaetano Di Gennaro, esprimendo dissenso circa il trasferimento di aule, laboratori e uffici dell’ITC presso la sede di via S. Domenico. La decisione -si legge nel documento- contrasta con le decisioni assunte e sottoscritte all’unanimità nelle precedenti conferenze dei servizi col risultato di aver destinato all’ITC una struttura “inidonea” a garantire sicurezza e salute nei luoghi di lavoro agli allievi ed al personale e, peraltro, non in grado di contenere l’intero Settore Economico, abbisognando quest’ultimo di un numero di spazi superiore a quelli disponibili alla sede di S. Domenico che risulterebbe così “inadeguata” alla proposta formativa ed agli obiettivi didattici del “Vito Sante Longo”. Gli organi scolastici, inoltre, contestano la competenza dell’indizione della conferenza dei servizi da parte dell’Amministrazione Comunale stante la Legge 59/99 che assegna alle Province la gestione degli istituti secondari superiori. Le modalità di protesta e agitazione sono in corso di definizione. “La situazione in atto è fortemente penalizzante per la comunità scolastica e per la città intera che rischia di essere privata di una offerta formativa professionalizzante e presente sul territorio da circa 40 anni”.

© Riproduzione riservata 01 Agosto 2013