aggiornato il 23/08/2013 alle 10:06 da

Gli operatori del centro storico comprano i cestini per i rifiuti

CestiniMONOPOLI – Cestini lillà per decorare strade e piazzette del borgo antico e rendere ancora più accoglienti ed attrattivi i luoghi del turismo locale. Gli operatori commerciali di via Porto ormai non sanno più cosa inventarsi per abbellire il Centro Storico e così, dopo le fioriere, da lunedì lungo via Porto, via Comes e fino a Piazza Palmieri sono spuntati anche dieci cestini colorati per la raccolta dei rifiuti. I contenitori, acquistati coi soldi tirati fuori dalla tasca dei privati, sono l’ennesimo segnale di richiesta d’attenzione che i commercianti lanciano alle istituzioni in un ambito -la gestione dei rifiuti urbani- che va a rotoli. In via Porto, fino a qualche tempo fa, esisteva un unico cestino successivamente tolto e mai sostituito col risultato di vedere spesso vagare visitatori e turisti alla ricerca di un contenitore dove poter buttare una carta.
Un’assurdità per una città che vede aumentare i propri afflussi turistici ma che, evidentemente, non sa mettere in atto le opportune strategie per presentarsi con un biglietto da visita d’eccellenza. C’è allora chi si rimbocca le maniche così gli operatori commerciali cominciano a fare da sé ma per tutti, sopperendo talvolta alla mancanza di quei servizi imprescindibili (cfr. bagni pubblici) e alla più generale “trascuratezza” amministrativa. Che si abbina ad inciviltà, omertà ed indifferenza civica se si pensa che, a due giorni dall’apposizione dei cestini, uno è già stato rubato e che i netturbini i rifiuterebbero di prelevare le i sacchetti di rifiuti perché -sarebbe stato risposto- fuori dalle proprie competenze, coi commercianti che sono costretti a fornire quotidianamente i sacchetti neri e, una volta riempiti, poggiarli per terra per sperare che vengano raccolti.

© Riproduzione riservata 23 Agosto 2013

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento