aggiornato il 07/03/2011 alle 14:50 da

Stuprata da due sconosciuti nelle campagne

MONOPOLI – PoliziaL’episodio risale al 10 gennaio scorso, ma i particolari emergono solo ora. L’indagine in corso, infatti, è di quelle assai delicate non foss’altro per la gravità del reato sul quale si sta tentando di far luce: violenza sessuale. Il fattaccio si sarebbe verificato nella tarda serata di lunedì 10 gennaio quando una donna di circa 30 anni si è presentata al pronto soccorso dichiarando ai medici di essere stata stuprata da almeno due persone. L’accaduto è stato tempestivamente segnalato alle forze di polizia, ma è dopo le conferme delle visite ginecologiche che l’episodio si è manifestato in tutta la sua gravità. IL FATTO: Lo stupro, secondo quanto si è appreso, sarebbe avvenuto in una stradina di campagna tra la Statale 16 e la provinciale per Alberobello, nei pressi del cimitero. La vittima, che rientrava a a casa, sarebbe stata indotta a fermarsi da un’auto che la seguiva e che avrebbe richiamato la sua attenzione lampeggiando con i fari. Pensando che si trattasse di qualche conoscente, la 30enne avrebbe arrestato la marcia del veicolo consegnandosi, di fatto, ai bruti. La vicenda, tuttavia, è colma di interrogativi e di circostanze da chiarire. La violenza, infatti, si sarebbe consumata in una stradina buia poco distante, ma non si sa se in quel posto la donna ci sia andata volontariamente oppure se sia stata portata con la forza. Giunti nel tratturo, lontani dalla strada trafficata e dalle poche abitazioni rurali esistenti, i due avrebbero abusato della 30enne prima di abbandonarla in stato di choc. In ospedale, nelle ore successive al fattaccio, i medici avrebbero confermato lo stupro. Sull’accaduto gli agenti del Commissariato di Polizia, diretti dal vice-questore Emanuele Bonato, mantengono il massimo riserbo al fine di non compromettere le indagini e di tutelare la vittima della violenza.  Si cercano due o più persone, balordi che forse conoscevano la vittima ed i suoi spostamenti oppure che l’hanno adescata in strada per caso. Di sicuro l’episodio, se confermato, sarebbe uno tra i più gravi avvenuti nella nostra città.

© Riproduzione riservata 07 Marzo 2011