aggiornato il 30/05/2012 alle 9:42 da

Un delfino morto sugli scogli. Cippone: è avvolto da petrolio

MONOPOLI – La carcassa di un delfino lungo 120 cm è stata rinvenuta ieri pomeriggio sul litorale di Egnazia, al confine territoriale tra i comuni di Monopoli e Fasano. Ignote le cause del decesso. Per il coordinatore del Comitato Coste, Donato Cippone, la carcassa del cetaceo sarebbe avvolta da liquido nero, simile a petrolio, riconducibile alle recenti prospezioni effettuate al traverso di Santa Sabina, in territorio di Brindisi. Più cauti gli agenti della Guardia Costiera ed un medico veterinario: a loro dire, si tratterebbe di liquido organico riconducibile al processo di decomposizione. In queste ore sono in corso accertamenti per far luce sulle cause della morte del delfino.
DSC_1159DSC_1169DSC_1170

© Riproduzione riservata 30 Maggio 2012