aggiornato il 30/05/2012 alle 10:23 da

Un cimitero per i bambini mai nati

MONOPOLI – cimitero_003In una sezione del camposanto di Monopoli saranno sepolti i feti, cioè i bambini mai nati. La decisione è stata presa dal Comune di Monopoli che ora assegnerà un’area in base alla normativa nazionale del 1990 che consente queste sepolture.

Nella seduta dello scorso 29 maggio l’esecutivo comunale ha manifestato la volontà di individuare all’interno del Cimitero Comunale di Monopoli un’area destinata al seppellimento dei “bambini mai nati”. Sono state così accolte le istanze dell’Associazione per la Vita di Monopoli e le esortazioni dell’Ufficio di Curia per il laicato, la famiglia, la vita, vocazioni – Ufficio difesa e promozione della vita della Diocesi Conversano – Monopoli.

La legge 285 del 1990 (Approvazione regolamento di Polizia Mortuaria) prevede la possibilità di seppellimento dei prodotti abortivi di presunta età di gestazione dalle 20 alle 28 settimane complete e dei feti che abbiano presumibilmente compiuto 28 settimane di età intrauterina e che all’ufficiale di stato civile non siano stati dichiarati come nati morti. A richiesta dei genitori, nel cimitero possono essere raccolti con la stessa procedura anche prodotti del concepimento di presunta età inferiore alle 20 settimane. I parenti o chi per essi sono tenuti a presentare, entro 24 ore dall’espulsione od estrazione del feto, domanda di seppellimento alla unità sanitaria locale accompagnata da certificato medico che indichi la presunta età di gestazione ed il peso del feto. I permessi di trasporto e di seppellimento sono rilasciati dall’unità sanitaria locale.

© Riproduzione riservata 30 Maggio 2012

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento