aggiornato il 06/06/2012 alle 13:58 da

In via delle Rimembranze protesta contro l’abbattimento dei pini

MONOPOLI – Giù le mani dai pini. Singolare protesta, questa mattina, di due residenti di viale delle Rimembranze dove la ditta incaricata dall’Amministrazione comunale stava procedendo alla rimozione dei pini per la riqualificazione dell’area. Svegliate dal rumore delle seghe elettriche, due donne sono scese in strada ed hanno letteralmente presidiato gli alberi di fronte alle loro abitazioni con fine di “salvare” gli alberi che da oltre 30 anni arredano la strada a nord di Monopoli. Quel verde pubblico che hanno visto piantumare ai tempi in cui quella era solo una strada periferica del paese e poi crescere e proliferare, sino a regalare alla città, specie agli anziani, un riparo dalla calura, una boccata d’ossigeno e la dolce sensazione di ascoltare il quotidiano cinguettio degli uccelli che vi facevano il nido. Sorde alle rassicurazioni degli assessori Pasqualone e Rotondo e dello stesso agronomo comunale dott. Lorusso che hanno tentato di spiegare la necessità dello sradicamento delle piante vista l’invasività dell’apparato radicale che finisce per dissestare il manto stradale (con rischi per la pubblica incolumità e costi di manutenzione eccessivi), le due signore hanno attirato l’attenzione di passanti e residenti, divisi fra favorevoli e contrari all’intervento, cercando di far valere le proprie riflessioni. Un progetto, a loro dire, realizzato senza il dovuto preavviso e soprattutto senza la giusta informazione circa le intenzioni dell’Amministrazione e che si sarebbe potuto evitare con la semplice manutenzione stradale. La contestazione (cui hanno assistito i consiglieri comunali Suma e Tamborrino) si è spenta più tardi quando sulle ragioni “affettive” delle donne sono prevalsi i vantaggi dell’intervento.

 

PINI2PINI3pini0_1pini0_2

© Riproduzione riservata 06 Giugno 2012

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento