aggiornato il 22/09/2012 alle 6:23 da

Autopsia, Rossella non aveva assunto droga

rossella_diciollaMONOPOLI – Rossella non aveva assunto sostanze stupefacenti, aveva bevuto un drink a base di Vodka e Red Bull, ma non in quantità tale da causarne il decesso. Sono le conclusioni del tossicologo Roberto Galiano Candela che risolvono definitivamente il giallo del decesso della 22enne di Noicattaro scomparsa due settimane fa in una discoteca del Capitolo. L’autopsia sul corpo della ragazza, disposta dal pubblico ministero Carmelo Rizzo ed eseguita dal dott. Francesco Vinci dell’istituto di medicina legale del Policlinico di Bari, aveva permesso di rilevare una malformazioni cardiaca congenita tale da causarne il decesso. L’esame tossicologico, richiesto dal pm, si è reso invece necessario per fugare ogni dubbio sulle reali cause della morte, in particolare per verificare se la ragazza quella sera avesse assunto sostanze stupefacenti. Una eventualità subito smentita dal fidanzato e dagli amici che erano con lei in discoteca e che hanno assistito impotenti alla tragedia. Rossella dopo tutto era una ragazza perbene così come tutti i componenti della comitiva, “gente che si divertiva senza eccessi” come peraltro raccontato a Fax dal gestore dell’Autodromo Club, Michelangelo Lamanna. Adesso la perizia dell’autopsia sarà depositato in Procura e con tutta probabilità il caso sarà archiviato. Si è trattato di morte naturale, quindi, nessun malore determinato da sostanze tossiche. Alle 4 di quel 9 settembre il cuore di Rossella ha ceduto di schianto, causando un arresto cardio- circolatorio. Vani sono stati i tentativi di rianimare la ragazza che è deceduta dopo un’ora e mezza di agonia. Una morte assurda che ha sconvolto la comunità di Noicattaro, ma anche i tanti utenti delle discoteche del Capitolo nell’ultima serata della stagione estiva.

© Riproduzione riservata 22 Settembre 2012

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *
Nome
Email *
Sito web