aggiornato il 08/06/2010 alle 9:09 da

Ritrovata morta nel pozzo di casa sua

signora-mortaMONOPOLI – E’ stata ritrovata morta la 64enne Marisa Bellipario, scomparsa dalla sua abitazione nel pomeriggio di giovedì. La pensionata si è tolta la vita gettandosi nel pozzo dell’abitazione in cui risiedeva, in via Cialdini al civico 101. A scoprire il corpo senza vita della donna, dopo la segnalazione dei vicini, sono stati i carabinieri della locale Compagnia che poche ore prima avevano raccolto la denuncia di scomparsa della donna presentata da un cugino.

LA SCOMPARSA: Di Marisa Bellipario, un tempo titolare di un negozio di generi alimentari della zona, non si avevano più notizie da giovedì. I vicini, come erano soliti fare, anche quel giorno le avevano preparato da mangiare perchè lei, come confermato dagli inquirenti, viveva sola. Quel piatto di pasta, però, Marisa non lo ha mai consumato probabilmente perchè è all’ora di pranzo che ha deciso di togliersi la vita. La sua assenza è stata notata subito da una sua amica d’infanzia la quale, alle 13, non l’ha trovata a casa. Tornata al pomeriggio, tardo pomeriggio, ha scoperto che non era cambiato niente rispetto a poche ore prima. Marisa non c’era ed a quel punto l’assenza è sembrata sospetta. Per questo ha segnalato il fatto ai carabinieri che, in seguito ad un sopralluogo a casa della 64enne, hanno rinvenuto il piatto di pasta poggiato sul tavolo. Della pensionata, però, nessuna traccia. Ieri mattina un cugino della vittima, rintracciato dai carabinieri, ha formalizzato la denucia di scomparsa della donna il cui nome, a quel punto, è stato inserito nell’elenco delle persone da ricercare. 

IL RITROVAMENTO: Il giallo è stato risolto ieri sera quando i vicini di casa di Marisa hanno segnalato ai carabinieri la presenza di un pozzo in un vano sotterraneo al quale si accede da via Palestro, angolo via Cialdini. E proprio in quel pozzo, profondo circa 8 metri, è stato rinvenuto il corpo senza vita della 64enne che indossava gli abiti segnalati al  momento della scomparsa: un vestito blu, calze e scarpe nere. Le operazioni, condotte dai vigili del fuoco in collaborazione con i carabinieri, si sono concluse solo in nottata quando il corpo di Marisa è stato recuperato .  Gli inquirenti non hanno dubbi: si è trattato di un suicidio causato dalla solitudine. 

E’ stata ritrovata morta la 64enne Marisa Bellipario, scomparsa dalla sua abitazione nel pomeriggio di giovedì. La pensionata si è tolta la vita gettandosi nel pozzo dell’abitazione in cui risiedeva, in via Cialdini al civico 101. A scoprire il corpo senza vita della donna, dopo la segnalazione dei vicini, sono stati i carabinieri della locale Compagnia che poche ore prima avevano raccolto la denuncia di scomparsa della donna presentata da un cugino.LA SCOMPARSA: Di Marisa Bellipario, un tempo titolare di un negozio di generi alimentari della zona, non si avevano più notizie da giovedì. I vicini, come erano soliti fare, anche quel giorno le avevano preparato da mangiare perchè lei, come confermato dagli inquirenti, viveva sola. Quel piatto di pasta, però, Marisa non lo ha mai consumato probabilmente perchè è all’ora di pranzo che ha deciso di togliersi la vita. La sua assenza è stata notata subito da una sua amica d’infanzia la quale, alle 13, non l’ha trovata a casa. Tornata al pomeriggio, tardo pomeriggio, ha scoperto che non era cambiato niente rispetto a poche ore prima. Marisa non c’era ed a quel punto l’assenza è sembrata sospetta. Per questo ha segnalato il fatto ai carabinieri che, in seguito ad un sopralluogo a casa della 64enne, hanno rinvenuto il piatto di pasta poggiato sul tavolo. Della pensionata, però, nessuna traccia. Ieri mattina un cugino della vittima, rintracciato dai carabinieri, ha formalizzato la denucia di scomparsa della donna il cui nome, a quel punto, è stato inserito nell’elenco delle persone da ricercare. IL RITROVAMENTO: Il giallo è stato risolto ieri sera quando i vicini di casa di Marisa hanno segnalato ai carabinieri la presenza di un pozzo in un vano sotterraneo al quale si accede da via Palestro, angolo via Cialdini. E proprio in quel pozzo, profondo circa 8 metri, è stato rinvenuto il corpo senza vita della 64enne che indossava gli abiti segnalati al  momento della scomparsa: un vestito blu, calze e scarpe nere. Le operazioni, condotte dai vigili del fuoco in collaborazione con i carabinieri, si sono concluse solo in nottata quando il corpo di Marisa è stato recuperato .  Gli inquirenti non hanno dubbi: si è trattato di un suicidio causato dalla solitudine. 

© Riproduzione riservata 08 Giugno 2010

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento