aggiornato il 23/10/2012 alle 14:38 da

San Giacomo: dopo la pediatria chiude anche l’Utic

ospedale_san_giacomoMONOPOLI – Dopo la Pediatria, chiude anche l’Utic. Nelle ultime ore, infatti, è in atto la soppressione dell’Unità Intensiva Coronarica (Utic) dell’ospedale San Giacomo così come previsto dal nuovo piano di riordino ospedaliero varato dalla Regione. La comunicazione della Asl è giunta ieri pomeriggio al direttore sanitario del nosocomio cittadino, Alessandro Sansonetti. Al San Giacomo, quindi, restano solo 12 posti letto ed 8 dei 15 medici in servizio nel reparto. Stessa sorte toccherà agli infermieri (l’organico sarà dimezzato) anche se al momento non si conoscono ancora i nomi di coloro che saranno trasferiti. Con questo provvedimento la Regione ha inflitto un colpo basso al nostro presidio ospedaliero cancellando uno dei reparti ritenuti il fiore all’occhiello del San Giacomo. I rischi per i cittadini residenti a Monopoli e nei comuni limitrofi sono altissimi tenuto conto che la sopravvivenza di un paziente colto da infarto è legata alla tempestività dei soccorsi. In caso di infarto, il paziente dovrà necessariamente essere trasportato in un ospedale del capoluogo provvisto di emodinamica. Al San Giacomo si potrà fare poco per salvarlo. L’Utic, invece, permetteva ai medici di adottare tutte le terapie necessarie per “stabilizzare” le condizioni del paziente, prima di trasferirlo nei centri specializzati di Bari.

© Riproduzione riservata 23 Ottobre 2012